L’ex allenatore della Maddalonese è pronto per iniziare la sua nuova avventura in Prima Categoria con il San Nicola 2009

Campania Football a sorpresa è andato a trovare Michele Sacco nuovo allenatore del San Nicola 2009 al Mon Reve Cafè di Caserta, uno dei 3 bar di cui è titolare l’allenatore casertano. Più che un’intervista è stata una chiacchierata durante la quale abbiamo ripercorso i momenti della passata stagione passati tra Sant’Anastasia e Maddaloni, aperto una parentesi sul girone A di Promozione e concluso con il campionato di Prima Categoria ormai alle porte.

Il campionato di Promozione è iniziato da qualche settimana, hai avuto modo di seguire? C’è qualche squadra che per te è al di sopra di tutte?

“Conosco bene l’allenatore dell’Albanova Sanchez e il suo modo di lavorare, hanno costruito una rosa importante e sinceramente sono rimasto sorpreso della sconfitta con la Virtus Goti. Penso che alla lunga usciranno fuori i veri valori delle squadre. Occhio al Casoria e Cicciano”.

La Maddalonese, tua ex squadra come giudichi questo avvio, con 2 pareggi?

“Penso che a Maddaloni con la famiglia Aveta è difficile allenare per qualsiasi allenatore, non a caso ne ha cambiati già 5 se non erro in questi anni di gestione. Colgo l’occasione per precisare e cancellare le voci che il sottoscritto non ha mai avuto problemi con l’attuale allenatore Gennaro Di Napoli, una persona che ho anche invitato a prendersi un caffè da me e alla quale ho fatto anche gli auguri pochi giorni fa”.

Passiamo alla Prima Categoria che campionato sarà e soprattutto una valutazione sul girone.

In attesa di essere ripescati ma credo che abbiamo molte possibilità, io preferirei giocare nel girone napoletano perché quello sannita è molto più duro ed organizzato. Nel Sannio mantengono gli impegni e arrivano fino a fine stagione, cosa che non accade nel napoletano dove le squadre vengono stravolte a Dicembre. Sarà un girone duro, ci sono Puglianello e San Marco Evangelista che hanno allestito delle rose importanti. Poi segue il Paolisi 2000 che con l’inserimento dei giocatori più importanti del Durazzano è da tenere in considerazione, come del resto la Polisportiva Volturno con Russo che comunque fa sempre buoni campionati e allo stesso tempo Real Campoli e Vitulano, senza dimenticare il Montesarchio. Insomma 6 o 7 squadre ben attrezzate”.

E il tuo San Nicola 2009 dove lo piazziamo? Presentacelo un po’.

“Innanzitutto ai ragazzi non manca nulla questa stagione e organizzazione al top. Per quanto riguarda il campionato il nostro obiettivo è salvarci quanto prima poi si vedrà. Possiamo toglierci belle soddisfazioni. In squadra c’è Stefano Carta il nostro giocatore di riferimento, Salvatore Sigillo ragazzo su cui puoi sempre contare, Rosario Amato centrocampista centrale classe 88 ex Spal, Reggina e Casertana, Marco Socha, Carlo Carta, Salvatore Esposito (ex Maddalonese), Angelo Valerio e Andrea Nucci terzino ex Vitulazio. Inoltre si è aggregato un ragazzo del 97 Daniele Ostrifate, un esterno d’attacco che un paio di stagioni era in forza alla Sarnese ed è reduce da 18 presenze con l’Hermes Casagiove la scorsa stagione in Eccellenza”.