Nuovo sorpasso della Calpazio in vetta, capitombolo Sanseverinese a Castellabate. Riscatto Rocchese a Giffoni, vittorie di rimonta per Buccino Volcei e Alfaterna

Al termine della 19^ giornata di campionato, nel girone D di Promozione avviene l’ennesimo sorpasso in classifica: questa volta è la Calpazio a portarsi in vetta, a +2 sulla Sanseverinese. I collinari di Voza soffrono ma portano a casa i tre punti contro la Temeraria San Mango per 2-1: le reti di Iorio e Vaccaro lanciano i capaccesi al primo posto; inutile il gol di Cartone per i picentini, scivolati di nuovo in zona playout. Più a sud di Capaccio, la Sanseverinese cadeva con lo stesso risultato in casa della Vigor Castellabate sotto i colpi di bomber Russomanno (De Luca per gli ospiti): i ragazzi di Graziani aggiungono un altro tassello vitale per la salvezza e causano l’esonero del tecnico irnino Giovanni Liguori, con l’ex trainer delle giovanili della Salernitana Enzo Di Pasquale a prenderne il testimone. Conferma il terzo posto il Costa D’Amalfi, vincitore in rimonta contro l’ostico Angri di Vitter per 3-1: al vantaggio grigiorosso di D’Aniello, nella seconda metà della ripresa i costieri di Contaldo mettono la quarta e portano a casa la gara con le reti di Vigorito, Lettieri e War. Ritorna a vincere la Rocchese e lo fa al “Troisi” di Giffoni Valle Piana per 2-0 contro il fanalino di coda Giffonese: in gol Capuano e Amodio. Il Salernum Baronissi non va oltre lo 0-0 contro il Santa Cecilia Eboli e si lascia scappare l’occasione di mettere sotto chiave il quinto posto, data la contemporanea sconfitta interna della Scafatese per mano del Buccino Volcei (1-2). I canarini nel primo tempo si portano avanti col solito capocannoniere Guadagno, per poi subire la rimonta dei buccinesi di Fusco ad opera di Vitolo e Avallone. Ennesima vittoria per la ritrovata Alfaterna di Sellitti, ottenuta in rimonta (2-1) a Siano contro la Poseidon: al vantaggio pestano firmato da Iannelli, i nocerini nel finale di gara sono autori di un uno-due da ko firmato Ciccio Arnese (doppietta per il centrale). Cilentani sempre più giù, con mister Caramante che ha rassegnato le dimissioni immediatamente dopo la gara, dopo quattro anni alla guida della società cara a patron Voza: al suo posto Alfonso Di Lascio. Ha riposato il Real Poggiomarino.