Inflitte 8 giornate di squalifica ingiuste al centrocampista del Montesarchio Vincenzo Abete

Sinceramente appena ho letto il provvedimento del Giudice Sportivo Sergio Longhi sono rimasto basito e anche molto sorpreso per la decisione adottata nei confronti del calciatore (n.4 da distinta) Abete Vincenzo del Montesarchio. Mi assumo la responsabilità di quello che sto scrivendo perché è semplicemente la realtà dei fatti accaduti come mostrano le foto da me scattate da bordo campo durante la partita Volturno – Montesarchio disputata l’11 Febbraio al San Giacomo di Puglianello. Il calciatore Abete dopo essere stato ammonito ha detto qualche parola di troppo e reagito veemente nei confronti del direttore di gara Mario Petrone della sezione di Caserta ma mai tentato di colpirlo di testa perché dopo aver reagito veemente il calciatore si è allontanato. Stop. Nessuna testata, nessun tentativo di aggressione. Ebbene, il signor Vittorio De Simone (responsabile arbitri Prima Categoria) dovrebbe intervenire su questo caso perché situazioni del genere ne ho sentite moltissime ma non mi sono mai permesso di esprimermi senza vederle con i miei stessi occhi come successo in questo caso.