Allo Ianniello decide la rete di Conte nella prima frazione di gioco, Cavese prestazione incolore

Se lo aggiudica la Frattese il sentitissimo derby con la Cavese, compagine che l’ultima volta allo Ianniello nella finale Play Off della scorsa stagione diede il benservito ai nerostellati. Stavolta la musica è cambiata a  festeggiare sono i nerostellati, e ad asciugarsi le lacrime sono i metelliani, che dopo questa sconfitta vedono allontanarsi la capolista Sicula Leonzio di 7 punti. Longo a più riprese nel post partita evidenzia la brutta prestazione dei suoi uomini senza però tralasciare le decisioni dell’arbitro Giordano che contro i metelliani ha estratto per ben 3 volte il cartellino rosso. Prima Migliaccio, poi Parenti ed infine Ciarcià sono andati anzi tempo sotto la doccia. La gara ancor prima di cominciare si mette in salita per i metelliani perché nel riscaldamento Di Deo si strappa e deve lasciare il campo accompagnato dai sanitari. È un derby campano privo grandi protagonisti.  Nella Frattese il grande assente è lo squalificato Fabio Longo, mentre dall’altra parte Gabrielloni e Meloni. L’ex Celiento omaggiato di una targa ricordo dalla società Frattese parte dalla panchina.

LA PARTITA. Nella prima frazione meglio la Frattese una volta sbloccato il risultato si mette in evidenza con le ripartenze sugli esterni. Non a caso il gol del vantaggio porta la firma dell’esterno Massimo Conte.  La Cavese invece non si rende mai pericolosa, gli unici tentativi arrivano dai singoli e dalla distanza. Per il resto gli uomini di Longo badano a difendersi. I nerostellati provano a lanciare il primo segnale con la conclusione di Liccardo dal limite dell’area bloccata in due tempi da Conti. La Frattese alla prima incursione in area Cavese si porta in vantaggio con Conte che batte Conti – scusate il gioco di parole – con un tiro preciso che s’infila sul palo più lontano. La Cavese tenta di mettere in difficoltà i padroni di casa su un calcio d’angolo ma è da questo corner che nasce il contropiede della Frattese che invoca un calcio di rigore sul tentativo di cross di Conte sul quale sembra intervenire Padovano col braccio largo. La ripresa si apre con entrambi i tecnici che effettuano un cambio. Longo si gioca la carta Celiento, ex Frattese che torna a giocare allo Ianniello ma non al top della condizione e si nota subito. Una partita già difficile si complica ulteriormente per la Cavese con l’espulsione di capitan Migliaccio che si becca il secondo giallo. In 10 uomini la Cavese ha il coraggio per andare  in gol con Giglio ma la rete viene annullata per off side. L’unica vera azione pericolosa degli ospiti arriva nella parte finale, cioè dopo quasi un’ora abbondante di gioco senza mai creare seri pericoli. Ma a salvare il vantaggio nerostellato è il giovane Salineri con l’assistenza di Da Dalt che salva sulla linea, da questo pallone spazzato via parte il contropiede della Frattese con Conte che viene fermato irregolarmente da Parenti. Per il centrale di difesa arriva il secondo giallo e raggiunge il compagno Migliaccio sotto la doccia. Alla battuta della punizione si presenta Costanzo ma Conti si supera deviando il pallone con la punta delle dita sopra la traversa. Ancora il numero uno metelliano si oppone alla rovesciata di Giacobbe. La Cavese chiude in 8 uomini il match perché al 43’ anche Ciarcià perde la testa commettendo un bruttissimo fallo ai danni di Giacobbe all’altezza delle panchine. Sembra non esserci più chance per la Cavese che anche con 3 uomini in meno permette a Giglio di andare al colpire di testa ma non il numero 9 non trova il bersaglio grosso. E’ l’ultimo brivido di un derby che conferma l’ottimo stato di forma della Frattese e la grande difficoltà dei metelliani di venire fuori nelle partite di cartello.

FRATTESE 1-0 CAVESE

FRATTESE: Salineri, Da Dalt (40’ s.t. Catalano), Calvanese (1’ s.t. Angelillo), Costanzo, Tommasini, Varchetta, Conte, Liccardo, Silvestro, Giacobbe (44’ s.t. Ausiello), Acampora.

A disposizione: Rinaldi, Palumbo, Castellano, Abbatiello, Ronga, Natale.

Allenatore: Di Costanzo

CAVESE: Conti, Padovano, Loreto, Uliano (15’ s.t. Giannattasio), Parenti, Migliaccio, Bellante (30’ s.t. Fellecca), Alleruzzo (1’ s.t. Celiento), Giglio, Rossi, Ciarcià.

A disposizione: D’Amico, Galullo, Riccio, Armenise, Giannattasio, Golia.

Allenatore: Longo

Arbitro: Giordano (Novara)

Assistenti: Urselli (Taranto) – Organico (Moliterno)

Rete: 26’ p.t. Conte

Espulsi: 25’ s.t. Migliaccio doppio giallo, 38’ s.t. Parenti per doppio giallo, 43’ s.t. Ciarcià per brutto intervento su Giacobbe.

Ammoniti: Alleruzzo (C), Fellecca (C), Calvanese (F), Liccardo (F), Varchetta (F).

Angoli: 4-1. Recupero: 0’ p.t., 5’ s.t.