Condividi su:

L’imprenditore chiarisce il suo punto di vista sulle trattative e le voci che lo vedono coinvolto. Un momento particolare con tante ipotesi e con i prossimi giorni che saranno decisivi

Gianluigi Lippiello è l’imprenditore del momento. L’ex socio di Carmine Franco è al centro di diverse trattative per fare calcio. Una clamorosa lo vuole a capo di una cordata per far rinascere il calcio a Gragnano. Lo abbiamo interpellato e l’imprenditore con molta cortesia ci ha spiegato il tutto: “Gragnano non è una pista percorribile al momento. C’è tanta confusione intorno al titolo, il rischio concreto è che due piazze come Torre Annunziata e Gragnano restino senza calcio. Resto alla finestra e aspetto gli eventi e poi mi muoverò di conseguenza. C’è una concreta possibilità che dia una mano a Gaglione nel progetto Turris che riparte dall’Eccellenza e stamattina mi è stata ventilata anche l’ipotesi di fare calcio a Pozzuoli, ma è prematuro. I prossimi giorni saranno decisivi, bisogna attendere tante situazioni”.