Vincono 5-3 gli oplontini grazie ad una doppietta a testa di Sardo e Di Paola. A nulla servono i gol gialloblu di Caruso, Agata e Grezio

Le formazioni. La Sessana scende in campo con il solito 4-3-3 con avanti Coppola, Gracco e Caruso; debutta dal primo minuto Del Prete in mediana. Parte inizialmente in panchina l’ex Fava Passaro, in campo dal primo minuto il capocannoniere Caso Naturale con Galizia ed Esposito in attacco.

 

Primo tempo. È il Savoia a giocare nei primi minuti della gara, con una vittoria che garantirebbe il primato solitario ai biancoscudati. Da una palla persa dalla difesa di casa nasce la rete del vantaggio aurunco al 9′: Gracco punta e supera Liguori, mette un pallone lungo in area che termina sul secondo palo con Agata che conta i rimbalzi e lascia partire un destro fulminante che termina nell’angolo alla destra dopo la deviazione di Caruso che di testa la tocca. Prima rete in campionato per il numero undici che tocca il fendente di Agata, ma è un vantaggio che dura soli quattro minuti. Corner dalla sinistra di Sardo, dopo una serie di rimpalli è Galizia il più lesto a mettere il pallone dentro a pochi passi da Paolella, è subito 1-1 al “Giraud”. Lenti i ritmi in questa fase di gara, prova ad accendere la gara Del Prete che sventaglia per Gracco che si invola in porta approfittando dell’era tra lettura di Liguori, entrato in area prova ad incrociare, il pallone termina veramente di poco fuori lo specchio della porta. La Sessana mette ancora la testa avanti al 32′, scambio corto su corner e palla ad Agata che con uno splendido tiro a giro supera D’Aquino per il 2-1 della Sessana, prima rete in campionato per l’ex Savoia. Nell’ultimo minuto di gioco ci prova il Savoia con la conclusione di Galizia, ma in due tempi Paolella riesce a bloccare, senza recupero si va a riposo con la Sessana in vantaggio.

 

Secondo tempo. Ad inizio ripresa dentro Grezio per Coppola nella Sessana, mentre nel Savoia cambio tra under con Del Prete che sostituisce Palmieri. Le squadre iniziano a mutare faccia rispetto all’inizio di gara, ci prova Liccardo su punizione, attentissimo Paolella che si distende in tuffo facendo una grande parata. Entrano Fava Passaro e Di Paola nei biancoscudati, spazio a Gargiulo e Sorrentino nella Sessana che rilevano Caiazzo e Caruso. Al 62′ si ristabilisce la parità, sponda di Fava Passaro per Esposito che allunga ancora sull’altro palo con Di Paola che ruba il tempo in velocità a Mottola e con un tocco morbido supera Paolella per il 2-2. Miracolo di Paolella al 69′ quando con un colpo di reni manda in angolo la girata dell’ex Fava Passaro da dentro l’area piccola. Partita pazzesca, la Sessana si riporta in vantaggio: punizione di Agata, spizzata di D’Abronzo che trova al centro dell’area Grezio che con il killer instinct del grande attaccante mette la palla dentro per il 3-2 giàlloblu. Entra e segna, il Cobra si fa trovare pronto alla prima occasione utile. Il Savoia non ci sta e prova subito ad attaccare con una serie di batti e ribatti incredibili, ci provano in sequenza Caso Naturale, Esposito e Liccardo, ma la difesa gialloblù si salva con un super Paolella. Ancora pericoloso il Savoia che ci prova con Caso Naturale da dentro l’area di rigore, il terrificante tiro del numero undici termina sulla traversa e rientra in campo, spazza via la Sessana che prova a ripartire non riuscendo a trovare lo spunto. La partita si decide negli ultimi dieci minuti: Caso Naturale sposta il pallone ed Agata da poco meno di un mero colpisce il pallone con il braccio, il direttore di gara Decimo indica subito il dischetto. Dagli undici metri si presenta Sardo che tira forte alla destra di Paolella che intuisce l’angolo, ma non riesce a respingere, è 3-3 ed il Savoia inizia ad attaccare. Aumentano i decibel al “Giraud”, calcio di punizione al minuto 87′, il pallone dopo una serie di rimpalli termina ad Esposito che appoggia al difensore centrale Riccio che con il piattone mette la palla sotto la traversa. Esplode di gioia l’impianto biancoscudato, in tre minuti gara ribaltata ed ovviamente in ascesa. La Sessana getta il cuore oltre l’ostacola, cross di Grezio al 91′ per Viglietti attaccante aggiunto, il numero sei viene spintonato in area, ma il direttore di gara lascia correre. Negli ultimi minuti con la Sessana riversata in avanti il Savoia chiude il match con la doppietta di Antonio Di Paola che senza il 5-3 finale. Perde addirittura con due goal di scarto la Sessana, risultato bugiardo vista la grande grinta ed il cuore messa in campo dai calciatori giàlloblu. Ora testa al Barano, c’è una gara da vincere assolutamente.

 

SAVOIA: D’Aquino, Liguori (93′ Oliva) Palmieri (46′ Del Prete) , De Rosa, Riccio, Allocca (56′ Fava Passaro), Sardo, Liccardo, Esposito G (88′ Abbatiello), Galizia (56′ Di Paola), Caso Naturale. All. Fabiano. A disp. Pezzella,  Esposito F.

 

SESSANA: Paolella, Caiazzo (56′ Gargiulo) Mottola (80′ Di Lanna), Del Prete, Zamparelli, Viglietti, Agata, D’Abronzo, Coppola (46′ Grezio), Gracco, Caruso (59′ Sorrentino). All. De Michele. A disp. Abbate, Nardi, Sommella.

 

ARBITRO: Decimo di Napoli

 

ASSISTENTI: Maione – Manna di Nola

 

MARCATORI: 9′ Caruso (SES); 13′ Galizia (SAV); 32′ Agata (SES); 62′ Di Paola (SAV); 74′ Grezio (SES); 84′ Sardo (SAV); 87′ Riccio (SAV); 94′ Di Paola (SAV)

 

AMMONITI: Del Prete, Di Paola (SAV); Caruso, Zamparelli (SES)

 

CORNER: 5-3 per il Savoia

 

RECUPERO: 0′ PT; 5′ ST

 

Comunicato Stampa Sessana