L’Ebolitana non riesce nel miracolo di fermare la capolista. Il Gelbison ottiene un punto contro la Sancataldese

Il Troina vola. Avevamo anticipato che poteva essere una giornata favorevole alla capolista e così è stato, con i primi della classe che prendono il largo. Nulla da fare per una caparbia Ebolitana, troppo forti i siculi che riescono a chiudere la pratica, con la rete di Scalzone che illude ma non salva i salernitani. Uno strepitoso El Ouazni acchiappa due volte la Vibonese e permette all’Ercolanese di uscire indenne dalla trasferta calabrese. Il punto non può soddisfare Squillante e compagni, che adesso si ritrovano a meno cinque dalla vetta ma è giunto in condizioni difficile su un campo terribile e deve essere un punto di partenza per fare meglio e riprendere il terreno perduto. Al secondo posto piomba l’Acireale, che piega l’Isola di Capo Rizzuto e scavalca le campane, anche perchè la Nocerina stecca ancora. Sconfitta per i molossi sul campo del Gela, per gli uomini di Morgia ennesimo esame di maturità fallito, la stagione sta prendendo una brutta piega, con sei punti dalla prima e una discontinuità che preoccupa. Il Gelbison impatta con la Sancataldese grazie al rigore di Manzillo ma recrimina per aver giocato il finale in 11 contro 9 e non essere riuscita a piegare gli avversari. Un punto che cambia poco per i cilentani, che restano a debita distanza dalla zona calda in posizione tranquilla di classifica. Il Roccella vince lo scontro salvezza contro la Palmese, mentre si rialza il Messina che piega di misura l’Igea. Infine, successo per la Cittanovese che inguaia il Paceco.