13° sconfitta consecutiva per i termali che recriminano l’ arbitraggio

Il Mondo Sport viene superato per la tredicesima volta consecutiva in campionato. Al “Rispoli” di Ischia questa volta a passare è il Virtus Ottaviano. Il Mondo Sport nonostante la sconfitta,ancora una volta dimostra di essere una squadra viva e vogliosa di lottare fino alla fine. Purtroppo al momento i numeri la condannano è la vedono ancora a zero punti in classifica dopo 13 giornate di campionato. I vesuviani trovano un gol per tempo,prima con Cozzolino alla mezz’ora del primo tempo e poi con Ambrosio nella ripresa,che chiude definitivamente la gara con un colpo di testa su un corner battuto da Cardenio. Da sottolineare la discutibile direzione di gara del Sig. Liberato Maione della sez. di Ercolano ,che nella ripresa ha espulso ben tre giocatori della squadra termale tutti per doppia ammonizione: Arcamone per gioco scorretto, Conte e De Luise V. per fallo di reazione, che ha portato a terminare la partita ai locali con otto giocatori in campo. Inoltre prima dello 0-2 per gli ospiti l’arbitro non ha fischiato un calcio di rigore apparso netto su Conte per poi fischiarne uno dubbio agli ospiti per il fallo su Cozzolino, che ha portato all’espulsione di Arcamone.

Passando alla cronaca la prima conclusione è degli ospiti con La Pietra, che al 2’ con un poderoso destro dai 20 metri colpisce in pieno il palo alla destra di Fiore. Il Mondo Sport prova a replicare con una velleitaria conclusione di Conte dai 25 metri: troppo debole. Al 12’, Conte s’inserisce in un errato disimpegno dei vesuviani e s’invola verso la porta, si allarga e mete un bel cross su cui Lauro gira male verso la porta. Al 23’ è La Pietra, che entra in area dalla destra dopo aver eluso Arcamone, a calciare di sinistro verso il secondo palo mandando il pallone piuttosto lontano dal palo. Al minuto 27, Lauro calcia verso la porta di Capaccio dai 30 metri ma la sfera sfiora la traversa. Alla mezz’ora, un colpo di testa di La Pietra, che si trasforma in un campanile, colpisce la parte alta della traversa senza creare grossi grattacapi a Fiore. Passano poco più di 2 giri di orologio e ancora il numero 7 dell’Ottaviano colpisce di sinistro dal limite sfiora il palo. Rimessa in gioco e Cozzolino porta in vantaggio il Virtus: il numero 10 ospite viene liberato al limite da Ambrosio, elude prima un difensore e poi Fiore e deposita nella porta isolana sguarnita. Al 36’ calcio di punizione di Borrelli dal limite che finisce fra le braccia di Fiore.

Nella seconda frazione dopo solo 16 secondi la Virtus Ottaviano rischia di raddoppiare: Ambrosio sfrutta una dormita della difesa di casa e calcia dal limite ma Fiore devia in corner. Al 50’, Cardenio batte una punizione dalla tre quarti su cui svetta Ambrosio ma Fiore para a terra. Al 53’ ci prova La Pietra, che entra in area dalla sinistra, supera Montagnaro e calcia verso il secondo palo ma alto. Passa solo un minuto ed il Mondo Sport reclama un calcio di rigore per un fallo su Conte: l’entrata da dietro prende sia palla che piede dell’esterno isolano. La gara si fa spigolosa (6 ammoniti in tutto, 5 fra le fila del Mondo Sport) con i termali che non vogliono cedere. Al 66’ è Ambrosio a portare a due le reti del Virtus Ottaviano, svettando di testa su un angolo battuto dalla destra da Cardenio. Al 70’, su un presunto fallo di Arcamone su Cozzolino, l’arbitro assegna il penalty all’Ottaviano ed espelle incredibilmente il difensore isolano.  Sul dischetto si presenta La Pietra ma spedisce alto sulla traversa. Il 7 ospite è ci prova ancora di sinistro dal limite, ma calcia fuori. Il Virtus Ottaviano crea un’altra occasione al 76’, quando Cozzolino viene smarcato solo davanti a Fiore ma l’estremo difensore di casa gli nega la rete da due passi. Al 77’, altra ammonizione per Conte, ingiusta stavolta, che viene espulso. Mondo Sport in 9. Al minuto 86, altro espulso, fra le fila isolane: dopo un contrasto duro in area, De Luise M. tenta la reazione sull’avversario e l’arbitro estrae per la terza volta il cartellino rosso.

MONDO SPORT (4-3-1-2):

Fiore, Montagnaro (68’Impagliazzo), Di Scala, Di Maio, Conte, Lauro (88’ Verde), Arcamone, De Luise V., De Luise M., Tonon (80’ Trani), Prestopino.

A disposizione: Ballirano, Impagliazzo, Pisani.

Allenatore: Gerardo Mattera

VIRTUS OTTAVIANO (4-3-3):

Capaccio, Russo, Scudo (64’ Ianniello), Cocozza (88’ Maina), Garofalo, Bellofiore, La Pietra, Borrelli, Ambrosio (68’ D’Urso), Cozzolino (81’ Andolfo), Cardenio (80’ De Marco).

A disposizione: Varriale, Ascione.

Allenatore: Onofrio Albano

Arbitro: Liberato Maione (Ercolano)

Assistenti: Vincenzo Massa e Roberto Romano (Torre del Greco)

Reti: 34’ Cozzolino e 66’ Ambrosio

Note: Al 71’ La Pietra (VO) sbaglia un calcio di rigore (alto)

Ammoniti: De Luise M., Montagnaro, Di Scala, Conte e De Luise V. (MS); Cozzolino (VO)

Espulsi: al 70’ Arcamone (MS) per gioco scorretto, al 76’ Conte (MS) per doppia ammonizione ed al 86’ De Luise V. (MS) per fallo di reazione

Calci d’angolo: 3-7

Recupero: 1’ p.t., 0’ s.t.

Spettatori 60 circa