L’attaccante della Rinascita Ischia Isolaverde  “Non mi andava di far espellere un calciatore che non aveva commesso il fallo”

ISCHIA – Allo stadio “Mazzella” di Ischia è andata in scena la gara tra Rinascita Ischia Isolaverde e Plajum Chiaiano. I giallo blu dell’ischia sono  in vantaggio di due gol sulla capolista, due reti messe a segno dall’esperto attaccante  Nassim Mendil che  riesce a trafiggere l’estremo difensore ospite con due reti su indecisioni della difesa , è il minuto 74’ e l’attaccante è lanciato in rete,  appena entrato in area viene strattonato  dal difensore Vastarella, il direttore di gara non ha esitazione nel fischiare la massima punizione ed estrae il cartellino rosso per sanzionare l’intervento da ultimo uomo, ma l’attaccante si rialza e dice all’arbitro che la caduta in area non era stata procurata dall’intervento del difensore ma bensi era inciampato nel tentativo di calciare la palla e cosi  al direttore di gara non resta che concedere il fallo di fondo e  di ritirare la sanzione al difensore del Chiaiano. Al termine della partita il difensore Vastarella stringe la mano e abbraccia Mendil per il bel gesto di sportività. A fine gara l’attaccante ha dichiarato Appena entrato in area nel tentativo di calciare la palla sono inciampato e mi sono buttato  prima e poi il difensore mi ha tirato la maglia, sono stato onesto,  il ragazzo si è comportato bene tutta la partita non potevo sporcarmi la faccia a 38 anni in prima categoria con dei ragazzi che conosco