Condividi su:

Il giovane sodalizio picentino, al suo primo anno in Terza Categoria, ha raccolto i primi tre punti in campionato. Grande esordio per il neo acquisto Bochicchio

La prima volta non si scorda mai. La Polisportiva Etruria conquista la prima vittoria in campionato in trasferta sul campo del Salerno Guiscards, al termine di una prestazione gagliarda e convincente che riaccende l’entusiasmo nel sodalizio caro al presidente-giocatore Simone Civillo in vista del derby cittadino contro l’Asad Pegaso. La gara, oltre a regalare i tre punti in classifica, ha dato indicazioni positive agli allenatori Sica e D’Apice che attendevano risposte dai propri giocatori. Nel 3 a 0 finale sono andati a segno il giovane Barra, giovane talento dell’Etruria, e l’attaccante Erra che rompe così il digiuno del gol realizzando la terza rete con una potente conclusione da fuori area. La ciliegina sulla torta, per il momentaneo 2 a 0 della compagine di Pontecagnano, è la magia su punizione del nuovo acquisto Alessandro Bochicchio che bagna il suo esordio con una rete di pregevole fattura. Non poteva presentarsi meglio l’ex Sporting Pontecagnano, colpo di mercato del ds Picariello. L’Etruria, inoltre, ha potuto schierare in campo, anche se nel secondo tempo, il “porta fortuna” Vitale che ha assicurato grinta e sicurezza per i propri compagni. “Finalmente è arrivata la prima vittoria in campionato – afferma il presidente Civillo – frutto di una partita giocata molto bene dove ognuno si è espresso ad ottimi livelli. Questo è un successo che ci fa ben sperare per il futuro della stagione ma ora la testa è già rivolta al derby contro la Pegaso”. Domenica, infatti, allo stadio comunale di Pontecagnano, il calendario mette di fronte l’Etruria e l’Asad Pegaso del presidente Sguazzo, altra realtà sportiva attiva da anni nel mondo dell’associazionismo e del volontariato. “Mi aspetto una grande giornata di sport, c’è grande rispetto con gli amici della Pegaso allenati da Pasquale Cuccurullo e spero possiamo insieme regalare tanto divertimento ai tifosi che verranno al campo”.

A cura di Vincenzo Pisaturo