Condividi su:

Tre punti che mancano dal lontano 14 ottobre in casa Faiano. Biancoverdi penalizzati soprattutto dagli errori nella prima parte del campionato. L’avversario è ostico: al Comunale arriva la capolista Agropoli

PONTECAGNANO FAIANO (SA) – Tre i mesi senza vittoria per il Faiano. Un lungo digiuno che dura dal lontano 14 ottobre, quando i biancoverdi regolarono per 2 a 0 il Sant’Agnello tra le mura amiche. Destino vuole che sarà di nuovo il 14 in calendario domenica, quando al “23 giugno 1978” arriverà la capolista Agropoli. La squadra di mister Turco è chiamata alla vittoria in una gara molto difficile, anche se in questo campionato i delfini hanno mostrato non poche difficoltà ad esprimersi su campi in terra battuta. Un risultato importante significherebbe tanto soprattutto dal punto di vista del morale e della fiducia, per uno spogliatoio che si è dimostrato sempre unito e coeso nonostante la classifica preoccupante. Una situazione particolare quella della squadra biancoverde, con la maggior parte delle sconfitte rimediate non tanto per prestazioni malvagie, ma per errori in campo pagati poi molto cari. Ripartire dai settanta minuti di Sorrento, dove gli uomini di Turco hanno retto in maniera ottimale contro la più attrezzata squadra rossonera, andando anche vicino al gol con il nuovo arrivato Schettino nel primo tempo, costituirebbe un’ottima base per provare a rosicchiare punti alla prima della classe. Mancherà a centrocampo il capitano Giovanni Grieco, che ha rimediato lo stop dal giudice sportivo dopo la quinta ammonizione ricevuta al campo “Italia”. Fermi invece per noie muscolari Martinangelo e i due classe ’98 Erra e Imperiale. Mister Turco per ritrovare il sorriso si affiderà in avanti al calciatore più prolifico, Alessandro Pellegrino (nove reti finora), supportato da Ciro Schettino, che nelle prime tre uscite con la casacca biancoverde è andato vicino alla marcatura diverse volte senza riuscirci. Una buona notizia è arrivata in settimana dalla convocazione in Rappresentativa Campania Juniores di Raffaele La Femina e Giovanni Ceresoli, rispettivamente classe 1999 e 2000. Un premio al lavoro svolto con i giovani per una squadra che, da sempre, predilige la linea “verde”. Dirige il match con l’Agropoli il fischietto valtellinese Damiani della sezione di Sondrio, coadiuvato dalle “bandierine” campane Vitale di Salerno e Avitabile di Castellammare di Stabia.

Questa la lista dei convocati diramata dal tecnico Carmine Turco al termine della seduta di rifinitura sul Comunale di Pontecagnano:

Portieri: Senatore, Ginolfi;

Difensori: Ruggiero, Sparano, Di Donna, Ietto, Pisacane ’99, Ceresoli ’00, Siani ’00, Coglianese ’00;

Centrocampisti: Anastasio, Chiangone ’98, Maisto ’99, Di Somma ’00, Spadino ’00;

Attaccanti: Pellegrino, Schettino, Castagna ’99, La Femina ’99, Mazza ’00.