Il tecnico salernitano, dopo un girone di andata da incorniciare, è reduce da quattro deludenti pari consecutivi. Il giocattolo Agropoli si è rotto?

L’Agropoli capolista del girone B di Eccellenza non sa più vincere. La corazzata cilentana del duo dirigenziale Cerruti-Puglisi, dopo una campagna acquisti estiva ed invernale di categoria superiore, è reduce da quattro deludenti pareggi nelle prime quattro giornate del girone di ritorno. Dopo essersi laureata Campione d’inverno, il team di mister Ciro De Cesare ha raccolto solo quattro punti contro Virtus Avellino, Faiano, San Vito Positano e Sant’Agnello, con queste ultime tre in piena lotta per non retrocedere. Nella trasferta di ieri in Costiera, Capozzoli e compagni hanno dovuto rimontare l’iniziale svantaggio per evitare la beffa. La dirigenza agropolese, alla luce degli ultimi risultati, potrebbe essere intenzionata ad operare un cambio alla guida tecnica della squadra. In caso di esonero, i più accreditati a prendere il posto di Ciro De Cesare potrebbero essere Nello Di Costanzo, ex allenatore di Frattese, Ischia e Aversa Normanna, oppure Emilio Longo, ex trainer della Cavese e accostato in estate alla Battipagliese.