Condividi su:

Nel post gara di Pozzuoli valutazioni del match completamente opposte tra il massimo dirigente nerostellato Rocco D’Errico e il tecnico durazzanese. La società sta valutando un possibile cambio di panchina.

FRATTAMAGGIORE (NA) – Traballa la panchina di Andrea Ciaramella della C. Frattese che ieri ha perso 2-1 a Pozzuoli. Arrivato in estate sulla panchina nerostellata per volontà del ds De Simone e di altri esponenti del calcio frattese, ma soprattutto nel momento più negativo della recente storia calcisticia per Frattamaggiore – ricorderete tutti i momenti di confusione vissuti dopo l’addio di Nuzzo e la nascita della C. Frattese con il titolo del Casalnuovo, Ciaramella con una squadra completamente nuova e un organico non certo di primissima fascia, considerando il budget limitato della nuova società ha ottenuto buonissimi risultati, chiudendo il girone d’andata al 3° posto, rientrando in quelle che erano le richieste del club.

La Frattese adesso è quinta, ancora in corsa playoff, quindi non sta deludendo le attese, anzi sta dando il massimo in un campionato molto più difficile rispetto agli ultimi anni col ritorno di piazze storiche come Casoria, Giugliano e Pozzuoli fino alla scorsa stagione assenti dal massimo campionato regionale. I nerostellati nel prossimo turno saranno chiamati ad un altro esame play off, stavolta in casa del Casoria e chissà se al San Mauro sulla panchina frattese siederà ancora Ciaramella o ci sarà un volto nuovo. 

Le pesanti dichiarazioni del presidente Rocco D’Errico, insoddisfatto della prestazione della squadra, lasciano pensare che l’esperienza di Ciaramella sulla panchina della C. Frattese sia finita.