Condividi su:

Importante vittoria per la Vis Ariano e il San Martino Valle Caudina in chiave play off, bene anche il Montesarchio che racimola punti decisivi per una salvezza tranquilla

AVELLINO – Riaperto il campionato alle 21esima giornata? Si, forse, forse no. La vittoria della Polisportiva Grotta sulla carta ha riaperto la corsa al primo posto ed è proprio la squadra di Di Pasquale a far sentire il fiato sul collo al San Tommaso che adesso dista solo 3 punti. Una vittoria voluta a tutti i costi grazie alla verve di giocatori come Russo, Agata e soprattutto di Ayari scoppiato in lacrime dopo il primo gol. Se è vero che adesso la classifica recita San Tommaso 44 punti e Polisportiva Grotta 41 è pur vero che la squadra di mister Fasano non ha ceduto allo strapotere dei giallorossi anzi per alcuni tratti della gara ha dominato e dato a tutti l’impressione di essere superiore. Calabrese e compagni sanno di aver buttato l’opportunità di chiudere la stagione con un +9 a 9 giornate dalla fine ma sicuramente non subiranno psicologicamente la sconfitta ed inizieranno a macinare punti già dalla prossima in casa con la Forza e Coraggio. Con la Forza e Coraggio? Si, forse, forse no. La squadra di mister Mauro ha perso malamente in casa sotto i colpi di Capodilupo veramente in giornata di grazia. Il bomber ha tramutato in oro ogni pallone che ha toccato ed è sembrata una squadra già pronta per i play off anzi già pronta per acciuffare una piazza importante nell’appendice di fine campionato. Lo stesso dicasi del San Martino che con la vittoria in casa del Fc Avellino ha dimostrato maturità ed ha messo, ancora una volta, in evidenza il proprio reparto difensivo che con 19 gol risulta essere la squadra meno bucata del torneo. Insomma Vis Ariano e San Martino alla 21esima giornata si sono dimostrate grandi e meritano la posizione attuale. Attenzione al Baiano fermo al palo dal maltempo che non ha permesso di disputare la gara con l’Abellinum ma la sensazione che anche Falco e compagni siano seriamente intenzionati ad introdursi in questa corsa agli spareggi diventa sempre più concreta. Si, forse, forse no. Quindi il prossimo turno la Forza e Coraggio sarà dea bendata per tante formazioni che aspettano scossoni in classifica. Il Grotta tiferà per i beneventani ed anche il Paolisi farà il tifo per Fiscariello e compagni anche se con il pareggio di ieri a Lioni la squadra paolisana affidata al nuovo tecnico Telemaco Russo ha visto allungare il distacco dalla prima a 5 punti e si è visto scavalcare dal Grotta di 2 punti. Le lotte importanti sono queste, le squadre coinvolte nelle zone che contano sono queste, secondo me dalla Forza e Coraggio a scendere esiste un altro campionato. Lo dimostrano i risultati. Il pareggio del Serino ha messo in evidenza più la voglia di salvarsi del Ponte che però non riesce a trovare con i suoi attaccanti la via della rete. Il Montesarchio vince e convince con una doppietta di De Mizio ma purtroppo è troppo tardi per poter risalire la classifica anche se al pari del Serino renderanno la vita difficile a tutti gli avversari. La Sanseverinese sembra essere in vacanza. In casa prende una forma, fuori casa assume tutt’altro aspetto ed i risultati sono evidenti. Anche il Carotenuto sembra di soffrire della stessa sindrome mentre il Fc Avellino ormai ha perso completamente la bussola e ad ogni giornata guadagna posizioni diverse verso il basso .E la lotta play out? Analizziamola tenendo presente che l’Abellinum dovrà recuperare la gara col Baiano ed ipoteticamente con una vittoria potrebbe scavalcare il Ponte lasciandolo ultimo in classifica. Si, forse, forse no. Se la classifica rimanesse inalterata il Carotenuto con un +9 sul Ponte disputerebbe il play out a Mugnano del Cardinale, mentre Polisportiva Lioni e Giuseppe Siconolfi si giocherebbero l’altra semifinale. Quanti calcoli, quanti numeri, mancano 9 giornate si, la lotta alla vittoria finale è ancora aperta forse, è tutto già deciso forse no…