Condividi su:

L’esperto portiere ex Paganese tornerà disponibile dopo la sosta. Per San Severo è emergenza difesa: Bitetto senza Fabbro (squalificato) e Lame (infortunato) 

 

CAVA DE’ TIRRENI (SA) – Tre turni di stop a Vincenzo Marruocco (Cavese) e Vito Di Bari (Cerignola), protagonisti principali del parapiglia di fine gara, secondo la giacchetta nera del match, il sig. Giordano di Novara; due a Vito Morra, attaccante dei pugliesi, espulso dal terreno di gioco a una manciata di minuti dal 90′ per eccessive proteste e “un’espressione offensiva” rivolta al fischietto piemontese. Così si è pronunciato il giudice sportivo sul nervosissimo finale che ha caratterizzato il big match del “Simonetta Lamberti”, vinto dal Cerignola in rimonta. Cinque minuti di follia che ha lasciato strascichi pesanti. I gialloblù di Teore Grimaldi, attesi domenica prossima dalla super sfida con il Potenza, saranno costretti a rinunciare a due pedine di esperienza. La Cavese, che si sta ancora leccando le ferite dopo il k.o. con gli ofantini, si ritroverà ad affrontare il San Severo senza l’esperto vice del baby Bisogno ma, soprattutto, senza Alessandro Fabbro, per il quale è scattato il turno di squalifica dopo l’ammonizione subita domenica scorsa. Solo diffida, invece, per il centrocampista metelliano Manzo. Per lui lo stop sarà automatico al prossimo cartellino giallo.

DIFESA DA RIDISEGNARE – Bitetto al “Ricciardelli” dovrà giocoforza cambiare il reparto difensivo. Oltre a Fabbro, anche il classe ’98 Lame salterà la gara contro l’undici di Giacomarro. Il ragazzo senegalese si è infortunato dopo un contrasto con l’attaccante Loiodice: cadendo male sul terreno di gioco ha riportato la lussazione della spalla sinistra. 

“Gli abbiamo ridotto la lussazione già sul campo – ha spiegato il medico sociale Luigi Trofa – ora aspettiamo l’esito della risonanza magnetica fatta ieri per capire qual è lo stato dei legamenti. I tempi di recupero potremo quantificarli meglio appena arriverà l’esito degli esami strumentali. La nostra speranza è di renderlo di nuovo disponibile già fra due domeniche, contro il Pomigliano”. 

Senza due pedine titolari, il tecnico pugliese potrebbe decidere di tornare alla difesa a 4, con Gorzegno e D’Alterio al centro del reparto. A destra, invece, potrebbe riprendersi la maglia da titolare Giulio Carotenuto, che ha smaltito il colpa al polpaccio rimediato nella trasferta di Sarno. A sinistra sarà confermato Garofalo.

Il test infrasettimanale contro la Juniores, in programma domani pomeriggio, chiarirà gli orientamenti tattici di Leo Bitetto.

Nunzio Siani