Il tecnico lascia il club alburnino all’indomani della sconfitta interna per 2-0 contro la Calpazio. Con lui va via anche il ds Luca D’Onofrio che ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito

Luca Di Mieri non è più l’allenatore del Real Palomonte. Il tecnico ha rassegnato le dimissioni dopo la debacle interna contro la Calpazio che ha compromesso notevolmente la corsa salvezza del club biancorosso, terzultimo in classifica. Con Di Mieri lascia anche il ds Luca D’Onofrio che ha legato la sua carriera dirigenziale in terra alburnina a pari merito con il tecnico, portando il club del defunto presidente Valitutto a riapprodare in Promozione dopo più di venti anni. Proprio l’ormai ex ds biancorosso ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni in merito alle dimissioni sue e di mister Di Mieri: “Il mister si è dimesso per dare una scossa alla squadra alla luce dei deludenti risultati delle ultime partite, una decisione a cui è seguita immediatamente la mia, dato che ho iniziato la mia avventura a Palomonte con lui ed è giusto che con lui debba terminarla. Dopo la morte del presidente Umberto Valitutto le cose sono andate man mano peggiorando, sia a livello economico che a livello di organizzazione. A dicembre abbiamo dovuto per forza di cose fare a meno di calciatori di livello come Carbonaro, Maiorino, La Manna, Saffiani e Tommasiello, mentre in compenso non è stato preso nessuno per rafforzare la squadra e per lottare per la salvezza diretta. Credo che si sia arrivati al capolinea e il mister ha ritenuto giusto fare un passo indietro per ridare motivazioni ai calciatori. Da parte mia voglia ringraziare la società del Real Palomonte che mi ha dato la possibilità di fare il direttore sportivo in questa bella realtà: Palomonte resterà per sempre nel mio cuore”. Intanto molto probabilmente il posto in panchina lasciato vuoto da Di Mieri sarà colmato da Antonio Turco, istruttore della Scuola Calcio SPES e già vice di Gerardo Viscido alla Battipagliese.