Gara brutta ma risultato pirotecnico caratterizzato da ben sei realizzazioni

NAPOLI – All’ “Ascarelli” la sfida tra Ponticelli e Quartograd termina con un pirotecnico 4 a 2 a favore dei locali, ma il risultato non deve ingannare, infatti, è stata una gara molto brutta, giocata su ritmi bassi, con reti scaturite da prodezze individuali o errori difensivi, e soprattutto esito della gara mai in discussione, infatti, solo negli ultimi quindici minuti i flegrei sono tornati in gara, giocando in costante proiezione offensiva con occasioni a raffica.

Passando alla cronaca avvio veemente per gli ospiti che al 4’ scheggiano la traversa con un tiro cross dal vertice alto dx di Monda, e al 6’ sfruttando un errato rinvio di piede di Esposito sprecano clamorosamente con Pirone da centro area dx con porta spalancata, sembra il preludio a una gara spettacolare, viceversa per circa trenta minuti si assiste al nulla assoluto, fase di gioco caratterizzata da ritmo basso, poca intensità e nessuna occasione da rete, con gioco che ristagna nella zona mediana, poi all’improvviso il risultato di parità è sbloccato da un uno – due micidiale del Ponticelli, al 35’ Napolitano si gira nello stretto all’altezza del rigore e realizza a fil di palo, e poi al 41’ Di Costanzo insacca da sottomisura centrale sfruttando una sponda di testa di Incarnato sugli sviluppi di un corner battuto da dx.

Nella seconda frazione al 51’ Monda sfiora l’incrocio dal limite sx e al 59’ De Martin calcia al volo dal limite centrale, ma la palla termia a lato, dopo questo buon avvio, si torna in una fase di stanca con assenza di azioni degne di nota, poi all’improvviso la gara è scossa da un clamoroso errore dell’arbitro che al 70’ assegna un rigore per fallo inventato di Compagnone su Napolitano, della trasformazione tra proteste ospiti e stupore locale se ne incarica Colesanti che spiazza il portiere, sulle ali dell’entusiasmo al 72’ Napolitano realizza il poker insaccando da sottomisura un perfetto assist dalla dx del neo entrato Cinque, la doppia segnatura scuote gli ospiti che si gettano all’attacco dominando gli ultimi 15 minuti, nel dettaglio 74’ Capuano impegna in una parata a terra Esposito su punizione battuta dal limite sx, al 75’ Parisi Antonio insacca con un tap in da sottomisura centrale, all’80’ Gonzales stoppa e tira dal limite centrale, ma la sfera termina alta, all’84’ il capitano De Vivo sugli sviluppi di una punizione dal limite sx insacca da sottomisura, al 92’ Monda al termine di un contropiede centrale sfiora il palo a portiere battuto, al 95’ Capuano calcia una velenosa punizione dal limite sx, che con un colpo di reni è deviata in corner.

Termina dunque 4 a 2 per i locali che restano nella zona medio alta della classifica senza assilli di classifica, viceversa i flegrei anche se virtualmente salvi devono centrare qualche altro punto prima di poter festeggiare matematicamente la salvezza.

PONTICELLI vs QUARTOGRAD 4 – 2

PONTICELLI:

Esposito, Incarnato, Amato 99 (32’ st Merlino 2000), De Martino 99, Guida, Tufo, Pulcrano (27’ st Cinque), Marotta, Di Costanzo 2000 (32’ st Postiglione 98), Napolitano (39’ st Mignogna), Colesanti (46’ st Rea 98)

A disposizione: Guadagnuolo, De Gennaro 98

Allenatore: Esposito

QUARTOGRAD:

Compagnone, Parisi Ant. 98, Mangiapia, Vallefuoco, Spadera, De Vivo, Pirone 99 (13’ st Capuano), Baiano (22’ Gonzales), Monda, Torino 98 (3’ st Sorrentino 99), Parisi And. 2000

A disposizione: Cavallo 99, Saady 98, Fruttaldo 99, Scotti 2001

Allenatore: – (in panchina Postiglione)

ARBITRO: Mazzola (Napoli)

ASSISTENTI: Vano e Bernardini (Napoli)

MARCATORI: 35’ e 27’ st Napolitano, 41’ Di Costanzo e 25’ su rig, Colesanti (P) 30’ st Parisi Ant e 39’ st De Vivo (Q)

AMMONITI: Marotta e Colesanti (P) Mangiapia (Q)

SPETTATORI: 120 circa con rappresentanza ospite

ANGOLI: 3-6

RECUPERO: primo tempo 2’ minuti, secondo tempo 5’ minuti