La doppia intervista a due dei protagonisti della stagione neroverde: il terzino Daniele Davide ed il centrocampista Claudio Barbato

TRENTOLA DUCENTA (CE) – Dopo l’impatto con la Promozione, la Virtus Liburia prende confidenza con il campionato: la salvezza è infatti vicina. Con il pareggio di Vitulazio a reti inviolate, la brigata del mister Lello Cottuno è salita a 24 punti proprio come il San Vitaliano. Sono tre i risultati utili consecutivi e la compagine del patron Angelo Pezone vuole continuare a consolidare il vantaggio sulle dirette avversarie. Nel turno infrasettimanale di Mercoledì, al “Comunale” di Trentola Ducenta arriverà la forte corazzata della Virtus Goti.

Eccole le parole del veterano centrocampista Claudio Barbato (a destra nella foto) sull’imminente sfida con i beneventani: “Sarà una partita divertente perchè si affronteranno due squadre a viso aperto che hanno necessariamente bisogno di punti per ragioni differenti. Sarà una partita complicata perchè affronteremo una squadra molto forte tecnicamente ma daremo il 110%.” Lo spogliatoio, dopo un periodo di crisi, sembra rinascere: “Nello spogliatoio remiamo tutti nella stessa direzione, crediamo tanto alla salvezza perchè crediamo in noi stessi; i nostri primi tifosi sono i ragazzi che non possono scendere in campo e questo fa la differenza”. Il futuro neroverde è alle porte anche se nulla è scontato: “Per il momento penso a raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza. Sto benissimo qui perché l’ambiente è sano, siamo diventati una famiglia e c’è un progetto ambizioso per il futuro; a fine anno si vedrà, con le giuste condizioni sarei molto felice di rimanere“. Augurio speciale al “motorino” Amed Abdulai: “Aspettiamo con ansia il ritorno del nostro amico Ahmed che è stato molto sfortunato nell’ultimo periodo, è molto importante per noi e non vediamo l’ora che torni per aiutarci in questo rush finale“.

L’under terzino Daniele Davide (a sinistra nella foto) commenta così il suo incredibile momento di forma: “Sicuramente mi sento di ringraziare la società, il mister Cottuno ed il direttore Nicola Cangiano per la fiducia che mi stanno concedendo e cerco partita dopo partita di dimostrare di meritarla. Sono molto contento di far parte della famiglia Liburia che merita traguardi importanti“. Parole al miele per l’allenatore: “Il mister Cottuno ha un ottimo rapporto con ognuno di noi, ci consiglia, ci carica e ci da le giuste motivazioni per scendere in campo al meglio. Personalmente apprezzo molto la sua grinta che cerco di prendere come esempio“. La sfida con la Virtus Goti innesca tanta fiducia: “Il Goti è una squadra di tutto rispetto ma a questo punto della stagione non dobbiamo soffermarci su chi abbiamo di fronte ma puntare sempre e comunque alla vittoria, importante per la salvezza. Nonostante le difficoltà che sicuramente incontreremo in queste ultime 4 gare sono fiducioso per il raggiungimento del nostro obiettivo anche perché se è vero che il lavoro paga vuol dire che raccoglieremo i giusti frutti“. Un pensiero finale molto speciale: “Una dedica speciale va alla mia famiglia e alla mia ragazza che mi spronano sempre a dare il massimo per inseguire il mio sogno“.

Ufficio stampa Virtus Liburia
Andrea Murolo