Poche le certezze, tanti gli scenari possibili. Sicure dei play-off Cervinara (in casa) e Nola (trasferta), così come il Faiano per i play-out fuori casa. Virtus Avellino non deve perdere per entrare nei play-off, Costa d’Amalfi idem per salvarsi direttamente. Presumibile calcio d’inizo domenica 22 aprile alle ore 16.30

NAPOLI – Trentesima giornata al cardiopalma quella del girone B di Eccellenza. Difficile alla vigilia immaginare così tanti scenari aperti a novanta minuti dal termine della regular season. Le uniche squadre sicure della propria posizione sono il Valdiano, la Palmese, il Castel San Giorgio e l’Eclanese nella zona centrale della classifica, mentre Audax Cervinara e Nola sono sicure dei play-off, rispettivamente in casa e in trasferta, così come il Faiano della disputa del play-out in trasferta. Già condannato da diverse giornate il Sant’Agnello alla Promozione.

Nei piani alti della classifica discorso aperto per la promozione diretta: dopo il colpo dell’Agropoli sul campo del Sorrento le due compagini sono a pari punti in testa a quota 56. Nel prossimo turno in caso di vittoria di entrambe si andrebbe allo spareggio su campo neutro per decretare la formazione promossa in serie D. Nell’ipotesi di questo scenario la Virtus Avellino verrebbe esclusa dai play-off, in quanto in caso di vittoria i rossoneri metterebbero oltre nove punti tra loro e gli irpini. Si andrebbe dunque allo spareggio Sorrento-Agropoli per decretare la vincitrice del girone e la perdente attenderebbe l’esito della semifinale play-off tra Audax Cervinara e Nola per disputare la finale. La Virtus Avellino deve ottenere almeno un punto con il Sorrento nel prossimo turno per accedere ai play-off: in caso di vittoria dell’Agropoli con il Valdiano li disputerebbe proprio contro il team di Guarracino a campo invertito. Contrariamente il team di Criscitiello andrebbe ad Agropoli.

Aperto anche il discorso play-out. Cruciale la gara San Vito Positano-Solofra: i costieri possono salvarsi evitando gli spareggi solo con una vittoria, condannando di conseguenza i conciari alla disputa dei play-out in casa, in questo caso contro il Faiano che ha conseguito la penultima posizione in classifica. Al Costa d’Amalfi in questo scenario basta un punto sul campo del già retrocesso Sant’Agnello per ottenere la salvezza diretta: sarebbe infatti favorito arrivando a pari punti sul Solofra per la classifica avulsa negli scontri diretti. In caso di sconfitta la squadra del patron Sal de Riso rischierebbe la disputa dei play-out. Certe degli spareggi salvezza anche le salernitane Picciola e Battipagliese: il responso delle sfide rispettivamente con Nola e Castel San Giorgio chiarirebbe il quadro. Se le due società dovessero terminare a pari punti a quota 31, la Picciola giocherebbe a Pontecagnano il play-out contro i bianconeri per la differenza reti negli scontri diretti. Non remota l’ipotesi in caso di successo di entrambe che ci sia un arrivo a pari punti a quota 33 con il San Vito Positano, in caso di sconfitta dei costieri e con il Solfora che sarebbe salvo. In questo caso la grigia play-out si andrebbe a comporre con le gare Battipagliese-Faiano e Picciola-San Vito Positano. Questo perché la graduatoria verrebbe composta dalla migliore differenza reti con Battipagliese (+3), Picciola (0) e San Vito Positano (-4) a causa del perfetto equilibrio anche nella classifica avulsa delle tre formazioni. Rara ma non esclusa la possibilità di arrivo a pari punti con il Costa d’Amalfi a 33 punti, in caso di successo del Positano e sconfitta degli amalfitani: in questo caso la Picciola avrebbe la meglio e disputerebbe un derby col Faiano, mentre i costieri ospiterebbero la Battipagliese per la migliore differenza reti.

 

PosClubPenPGDRPts
1-2302859
2-302359
3-301455
4-302052
5-301949
6-30244
7-30-644
8-30543
9-30-537
10-30836
11-30-735
12-30-1333
13-30-1031
14-30-730
15-30-1827
16-30-5312