Prestazione di carattere dei napoletani contro la scuola calcio allenata da Chevanton. Mister Ignudi: “Contento, ma passo indietro come gioco”. L’ex bomber: “I dilettanti? Come vincere l’Europa League”

San Giorgio tre passi verso i quarti. Esordio ok per i ragazzi di Ignudi che riescono a battare il Soccer Dream Parabita, scuola calcio pugliese allenata da un grande campione del recente passato come Ernesto Chevanton. Non è stata una partita divertente, ha inciso il forte caldo, la posta in palio e la tensione che ha reso il match poco spettacolare. L’inizio per i napoletani è da sogno: al 4′ Peluzzi si inventa il gol dell’anno prendendo palla da centrocampo in anticipo avanzando in bello stile e concludendo con una botte da oltre 35 metri che si insacca nel sette. Un gol di rara bellezza, una perla che il numero 2 festeggia giustamente tra gli applausi del pubblico estasiato da una realizzazione così spettacolare. La rete scuote i pugliesi che all’11’ vanno vicini al pareggio con un colpo di testa di Poncino a seguito di un calcio d’angolo, ma Fico è bravissimo a deviare. Il San Giorgio arretra molto anche se i pugliesi non pungono. Al 26′ ancora Poncino si fa vedere riuscendo anche a scalvalcare Fico in disperata uscita ma la palla termina alta. Il San Giorgio si affida alle ripartenze e al 36′ l’eroe della finale Esposito sguiscia via e per poco non realizza il raddoppio da posizione molto angolata. Nel primo minuto di recupero ancora i ragazzi di Ignudi pericolosi con un colpo di testa di Cavaliere che viene respinto dal portiere dopo un’azione di calcio d’angolo. Nella ripresa la gara è ancora più brutta, sale la tensione e si sente tutta in campo. Inizia la girandola dei cambi e per vedere un tiro in porta bisogna aspettare il 70′ con la punizione del neoentrato Carlino che impegna Fico. Sul corner il numero uno si esalta deviando di istinto una conclusione di Gemma. Il termometro del match sale e gli interventi sempre più al limite. All’85’ il San Giorgio resta in 10 per l’espulsione del neoentrato Nodoci per doppia ammonizione e identica sorte tocca al Parabita al 91′ per Stefanelli. I napoletani sanno stringere i denti e dopo 5 di recupero possono esultare per una vittoria che vale oro. Ignudi (San Giorgio): “Contento per il risultato, per quanto riguarda la prestazione è un passo indietro. I ragazzi sentono il peso di rappresentare la Campania, in settimana ne parleremo perchè è un passo indietro come gioco”. Contento il direttore Caravecchia (San Giorgio): “Soddisfatto di una vittoria importante, il progetto del presidente Fico va avanti e siamo onorati che siamo arrivati a questo punto”. Accetta la sconfitta Chevanton (Parabita): “Non è stata una bella partita, decisa da un episodio. Loro giocavano molto dietro, non è stato facile per noi creare gioco, cmq onore al San Giorgio che è un’ottima squadra ed ha fatto il suo match, noi siamo una scuola calcio e siamo fieri dei nostri risultati. Essere nei dilettanti? Come vincere l’Europa League, lo spirito è lo stesso”.

SAN GIORGIO-SOCCER DREAM PARABITA 1-0

San Giorgio: Fico, Peluzzi, Pollice, Billi (74′ Ndoci) , Cavaliere, Scognamiglio (92′ Esposito C.), Noviel (74′ Izzo), De Martino, Esposito S., Ciotola (86′ De Francesco), Cortese. A disp. De Liguori, Tezzi, Argenziano. All. Ignudi

Soccer Dream Parabita: Bove, Fattizzo, Russo, Pinto, Filograna (83′ Giannuzzi), Tundo, Vinci (56′ Oltremarini), Stefanelli, Stefanizzi (46′ Gemma), Poncino, Vergallo (56′ Carlino). A disp. Parisi, D’Ostuni, Gaetani. All. Chevanton

ARBITRO: Pacella di Roma

ASSISTENTI: Bianchi e Mari di Roma. Quarto uomo: Becchini di Roma

RETE: 4′ Peluzzi