Una rete del fantasista alla fine del primo tempo piega il Rocca San Felice e permette ai ragazzi di mister Marino di centrare lo storico traguardo

Maued in Promozione. Si concretizza il sogno della formazione di mister Marino che piega il Rocca San Felice e si aggiudica la finalissima. Una vittoria storica per una formazione che è una delle realtà più belle del calcio campano, un club che si autofinanzia e che in pochi anni è passata dalla Terza Categoria alla Promozione. L’ultimo successo contro i rivali irpini che ha consacrato i napoletani con un successo che rimarrà nella storia frutto di tanta passione, competenza e di un gruppo che è una vera famiglia. La festa a fine gara è l’emblema di quello che rappresenta la Maued, con l’ingresso delle famiglie negli spogliatoi e una festa pazzesca. La lezione che lascia la Maued è che si può vincere anche con il calcio pulito, con la passione, tenendo d’occhio il budget e senza svenarsi, la Maued rappresenta e incarna lo spirito dei padri fondatori del calcio dilettante, facendo rivivere lo spirito antico di chi indossa le scarpe al piede per puro diletto e non per professione e che suda la maglia per amore di un quartiere, di un paese, di un gruppo. Andando al match, non è stata una partita molto spettacolare, il caldo si è fatto sentire, anche se i padroni di casa hanno meritato il successo contro un Rocca San Felice generoso ma limitato tecnicamente, apparso molto inferiore ai napoletani. La prima occasione è per Emiliano Marino al 7′, con il 9 che approfitta di un errore difensivo e si presenta tutto solo davanti al portiere ma calcia incredibilmente fuori. Al 20′ ancora locali pericolosi e anche sfortunati con la conclusione di Campese che colpisce la traversa. Gli irpini costruiscono dal nulla la più nitida palla gol al 25′ con un bolide da 35 metri di Masullo che si stampa sull’incrocio dei pali. La rete al 43′ è merito di Giovanni Nebboso, che si inventa un eurogol con un collo esterno da fuori area, una perla assoluta che vale l’1-0. Nella ripresa non succede praticamente nulla, la Maued controlla, gli irpini non hanno la forza di pungere. Al 61′ Di Sapio calcia debolmente ma è una conclusione sterile. Al 70′ l’ottimo Gianluca Andolfi di Ercolano decreta un time out di due minuti per permettere alle squadre di dissetarsi considerando la calura. Negli ultimi minuti la Maued va vicino alla rete all’85’ con un colpo di testa di Cuomo che prende la parte interna della traversa e non si insacca solo per volontà del destino. Si arriva al recupero, l’arbitro ne decreta 6 ed Emiliano Marino impegna severamente il portiere con un colpo di testa, prima del fischio finale che proietta la Maued in Promozione, nella storia di questo club e del calcio campano.

MAUED-ROCCA SAN FELICE 1-0

Maued: Vitolo, Lastra, Massaro, Cuomo, Esposito, Nebboso, Palladino A. (57′ Palladino R.), Cardinale, Farinelli (65′ Marino C.), Marino E., Campese (82’Falco). A disp. Di Fiore, Luongo. All. Marino U.

Rocca San Felice: Braccia, Balde, Castellano, Masullo, Ciani, De Mita, Megaro (51′ Garofalo I.), Viviani, Di Sapio, Capobianco (65′ Borriello), Garofalo S. All. Ragno

ARBITRO: Andolfi di Ercolano

RETE: 43′ Nebboso