Daniele Migliaccio & Nicola Aliano due colpi per sognare

Il primo acquisto in casa granata, grazie al lavoro del D.S. Claudi, è Daniele Migliaccio classe ’88, fratello d’arte di Giulio Migliaccio ex calciatore di serie A e Vincenzo anch’egli con un passato tra i professionisti in Lega Pro. Daniele vanta una ricca esperienza in categorie superiori, ha vestito tra le altre le maglie dell’ Oratorio Don Guanella lo scorso anno in Promozione e del Città di Qualiano. Difensore Centrale ma all’occorrenza anche centrocampista data la sua buona tecnica e visione di gioco. Queste le sue prime parole:
“Sono rimasto piacevolmente colpito e sorpreso da questa opportunità. Sono molto contento di essere quì al Casavatore. La società, tutta, mi ha ospitato in maniera eccellente, dovrà essere un anno calcistico entusiasmante, con i nuovi subito è scattato un ottimo feeling. Il mio ruolo in campo? Preferisco giocare come Difensore Centrale, ma posso dare una mano anche a centrocampo sarà il mister a scegliere come e quando impiegarmi. Io sarò lì pronto a dare il mio contributo.”. 

Fumata bianca anche per il secondo acquisto dei granata firmato dal d.s.Roberto Claudi, ossia Nicola Aliano un esterno offensivo classe ’91 che può giocare anche dietro le punte. Dotato di un gran tasso tecnico e di un’elevata velocità, fa del dribbling la sua arma preferita per saltare i diretti avversari. Oltre al supporto in zona gol, riesce a dare sostegno in fase difensiva e distribuisce un gran numero di assist ai compagni sotto porta.
Inoltre, curriculum di tutto rispetto: ben tre stagioni in Serie D con la Viribus Unitis, un altro anno nella stessa categoria con la maglia del Cesenatico; poi l’esperienza in Eccellenza con la Nuova Sanità, infine in Promozione con lo Sporting Venticano, dove purtroppo arriva un infortunio che lo tiene fermo per un po’, per poi ripartire lo scorso anno con l’Oratorio Don Guanella sempre in Promozione. Le sue dichiarazioni al momento della firma: 
“Sono felice di essere arrivato a Casavatore, ho conosciuto una società seria e competente come se ne vedono poche in giro, questo e’ stato uno dei motivi per il quale sono “sceso” di categoria. Questo per me e’ il primo anno in 1*Categoria e sono deciso a far bene dopo l’infortunio che mi ha tenuto a lungo fermo! Non vedo l’ora di cominciare e di calarmi in questa nuova avventura!”.

Redazione CF