Oggi l'Avellino riprende gli allenamenti agli ordini di mister Pazienza, se non prima di aver definito le strategie di mercato con il direttore generale Perinetti

AVELLINO- Il 2023 è terminato dei migliori dei modi per l’Avellino di Pazienza, che dopo vent’anni di nuovo ha espugnato lo “Scida”, grazie alla rete di Patierno. Oggi è atteso il summit di mercato, invece, tra la triade biancoverde con il tecnico dell’Avellino per definire le prossime strategie, sapendo che nel girone di ritorno saranno vietati ulteriori passi falsi, soprattutto nello scontro diretto del 13 gennaio contro la Juve Stabia. Oltre all’incontro tra la dirigenza biancoverde e Pazienza, presso il “Partenio-Lombardi” alle 16:30 è prevista la ripresa degli allenamenti, in vista della gara del 6 gennaio contro il Latina. Proprio contro i pontini non ci dovrebbero essere divieti per i tifosi biancoverdi, a meno dell’obbligatorietà della fidelity card e della vendita dei tagliandi ai soli tifosi residenti nella provincia di Avellino.

Manca solamente l’ufficialità, ma Perinetti assieme ai propri collaboratori Strano e Condò ha già messo a segno il primo colpo con Daniele Liotti. Il terzino sinistro, svincolatosi dalla Reggina la scorsa estate, dopo la mancata iscrizione alla Serie b, sarà il rincalzo a Fabio Tito. Il partente, invece, sarà probabilmente Luca Falbo, che finora poco ha convinto l’ex allenatore dell’Audace Cerignola e probabilmente andrà in prestito sempre in Serie C. Liotti ha firmato un biennale con opzione per il terzo anno in caso di promozione in Serie B. L’ex Reggina sarà già a disposizione di Pazienza da oggi pomeriggio per preparare la prossima gara in trasferta.

La dirigenza irpina punterebbe a chiudere per Alessandro Garattoni, capitano del Foggia. Uno dei migliori esterni del Girone C della Serie C è ambito da parecchie contendenti di terza serie, dove oltre l’Avellino ci sarebbe anche la Vis Pesaro. Sembrerebbe che la società biancoverde sia più avanti rispetto alla concorrenza, avendo messo sul piatto un’offerta sostanziosa per il capitano dei satanelli. Canonico, di certo, non cederà uno dei suoi elementi di spicco ad una cifra irrisoria.