Dopo aver analizzato tutte le gare del week end, abbiamo stilato la TOP 11 e premiato il miglior allenatore di giornata

NAPOLI- Al termine della quindicesima giornata di Eccellenza– girone B, Campania Football ha analizzato le gare stilando la top 11 di giornata più il miglior allenatore, comprensiva dei tre under come prevede il regolamento di Eccellenza. 

MODULO 3-4-3

PORTIERE

Luigi Sorrentino – SCAFATESE CALCIO 1922
Salva la Scafatese, specie nel finale, dimostrando di essere uno dei più forti portieri della Campania in ambito dilettantistico. Ed il suo stato di forma si capisce sin dalle primissime battute quando ci mette la faccia per non permettere a Ferrara di battere a rete. Coraggio e  leadership da vendere per Sorrentino bravo e reattivo, nei primi 45′, anche su una punizione potente di Della Femina. Amministrazione e qualche buon intervento nel primo tempo, ma è nella ripresa che emergono tutte le sue grandi doti. Un grande intervento pronti via a salvare un tiro quasi perfetto di Vitale ed un prodigio, nel finale, su una rovesciata diretta al sette di Tarallo. GATTO FELINO!

DIFENSORI

Federico Esposito (2002) – CASTEL SAN GIORGIO
Torna nuovamente nella sua posizione naturale, la destra, visto l’arrivo a sinistra di Fiorillo. Ed è subito grande prestazione per il sedicenne Esposito che, da quasi due anni sotto età, fa la differenza in Eccellenza grazie ad un passo felpato e ad una personalità che raramente si è vista nei giocatori della sua stessa età. Lui e Barbarisi si intendono alla perfezione, il Castel San Giorgio dilaga sulle fasce con Esposito che da un grande, grandissimo contributo nella vittoria finale.

Davide Iovinella – SCAFATESE CALCIO 1922
Gara impegnativa per lui, ma nessun problema. Con le buone o con le cattive, Iovinella risponde sempre presente battagliando per novanta e passa minuti contro gli avanti dell’Angri. Serra le fila dietro, assieme a Cassese e Sorrentino, trova anche la rete del definitivo pari nell’area avversaria con uno stacco di testa imperioso che gela il “Novi”.

Vincenzo Casale – AUDAX CERVINARA 1935
Monumentale ! Dalle sue parti, passare è praticamente impossibile per il Grotta che rimbalza sugli interventi di uno strepitoso Casale. Ovunque lui è presente, intelligente come pochi tatticamente e bravo a gestire ogni singola situazione in un match certo non facile. La ciliegina sulla torta la mette, poi, nel secondo tempo andando a togliere dalla porta una conclusione a botta sicura di Casillo: un salvataggio che vale quanto se non più di un gol visto che il Cervinara in quel momento era avanti solo 1-0!

CENTROCAMPISTI

Giuseppe D’Avella – VIRTUS AVELLINO
Non parte titolare neanche stavolta, ma la sua forza sta nel dare sempre tutto quando viene chiamato in causa. Detto fatto, entra in campo e scatena l’inferno con le sue giocate ad alta velocità. Salta l’uomo sempre, ubriaca di dribbling gli avversari e poi segna due reti pesantissime che regalano la vittoria alla Virtus Avellino. Un tiro bellissimo dalla distanza ed un gol in contropiede, dopo una bella triangolazione con Merola: giù il cappello per lo spacca partite D’Avella !

Lorenzo Della Torre (2002) – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Personalità al potere per questo ragazzo, ennesimo talento lanciato dalla Polisportiva e tra i protagonisti della vittoria maturata dai giallorossi sul Lioni. Della Torre si fa in quattro in mezzo al campo, corre, rincorre e cerca spesso l’inserimento provando anche la conclusione a rete. Un gran bel giocatore!

Alessandro Gargiulo (2000) – VICO EQUENSE 1958
Si posiziona davanti alla difesa ed ha il merito di regalare ritmo, ma al tempo stesso muscoli ad un Vico Equense che bada sopratutto a difendersi contro la capolista Palmese. Ed il giovane Gargiulo è bravo a fare da schermo calamitando a sé tantissimi palloni pericolosi con personalità e grande senso della posizione.

Domenico Calabrese – SSD ECLANESE 1932
Indirizza la partita sui binari giusti, peccato che però fruttino zero punti all’Eclanese, sconfitta 4-3 dalla Virtus. Ma che partita disputa Calabrese, schierato alto a destra e decisivo con il suo solito sinistro. Un gol da urlo, di prepotenza, ed un assist per lo 0-2 temporaneo di Della Valle: sfiora anche la doppietta in due occasioni, senza dubbio il migliore dei suoi. 

ATTACCANTI

Mario Christian Liguori – CASTEL SAN GIORGIO
IMPRENDIBILE ! INGIOCABILE ! SPAZIALE! Il Faiano viene letteralmente demolito dalle giocate dell’esterno rossoblu, che segna due reti oltre che a favorire l’autorete di Lenci e a siglare anche un assist per il poker finale di Pontone. Coglie anche un palo in una gara davvero pazzesca in cui da sfoggio di tutte le sue qualità, ovvero saltare l’uomo, colpitore nato e sempre in agguato: un vero killer!

Daniele Farriciello – AUDAX CERVINARA 1935
Opportunista come pochi, cannibale. Fiuta la preda, aspetta il momento giusto e poi azzanna. Questa volta, a cadere sotto le sue grinfie, è il Grotta, cui Farriciello gli riserva una doppietta da Bomber. Due reti, entrambe in area, che lo fanno salire a quota 8 reti in classifica marcatori: oggi, Farriciello, per prestazioni e numeri, può essere considerato come uno dei migliori attaccanti della categoria!

Alessandro Pellegrino – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Scatenato è dire poco, ma la voglia di fare bene è tanta in una delle poche volte in cui Pirozzi lo lancia dal primo minuto. Incanta palla al piede, poi quando esplode il suo destro sono guai. Ne sa qualcosa il Lioni, che viene colpito una volta per tempo da due sue grandi giocate. Ma se la prima la annullano per fuorigioco, la seconda viene convalidata: un gol da urlo per lui, che dal nulla tira fuori un pallonetto dalla lunga distanza che batte il portiere avversario e fa venire giù il Carrano. Una prodezza che si vede solo in categorie superiori, un numero che fa spellare le mani e regala tre punti preziosi al Santa Maria.

ALLENATORE

Ciro De Cesare – CASTEL SAN GIORGIO
Scaccia il periodo negativo con una grandissima prestazione dimostrando che la squadra lo segue e che il momento era solo passeggero. Diverte e gioca a calcio il Castel San Giorgio, nonostante si giochi su un campo di terra battuta. Incanta con giocate di squadra e collaudate mandando al tappeto un Faiano che, prima di oggi, aveva perso una sola gara tra le mura amiche e per altro col minimo scarto. Questa volta invece il ciclone rossoblu si è abbattuto in maniera impetuosa sulla squadra di Turco, perforata tantissime volte sulle fasce con Fiorillo ed Esposito terzini e Barbarisi – Liguori esterni offensivi che hanno fatto il bello e cattivo tempo senza mai essere fermati. 1-4 il finale in un successo che evidenzia l’ottimo lavoro svolto sin qui da De Cesare e che riporta, difatti, il Castel San Giorgio nuovamente nella griglia Play Off.

Qui la grafica completa di Campania Football: