Il dirigente Nerostellato racconta, nei minimi dettagli, la sua versione dei fatti parlando di una decisione scellerata da parte della società ospite dopo un primo tempo maschio, che però non aveva portato a conseguenze tali da prendere una simile presa di posizione

Subito dopo i presunti fatti di Frattese – Mondragone, Campania Football attraverso la sua radio ufficiale ha contattato il Direttore Sportivo dei nerostellati Davide Ozzella che ha così risposto al Mondragone che denunciano un’ aggressione subita all’intervallo con due giocatori portati addirittura in ospedale. “Nulla di vero – afferma Ozzella – è stata sì una gara molto maschia in campo ed un po’ di parapiglia è avvenuto al rientro negli spogliatoi, ma queste sono cose di calcio e che possono starci soprattutto dopo un primo tempo molto maschio. In campo, infatti, abbiamo visto un Mondragone molto agguerrito e cattivo, ad ogni contrasto o fallo, facevano nascere confusione e tensione. Tuttavia, è stata una partita lineare che si è infiammata con l’espulsione di Posillipo e il gol nel finale di primo tempo di Sparano”. Il Direttore della Frattese si mostra molto tranquillo e reale nelle sue dichiarazioni scendendo nei dettagli e descrivendo una situazione che ha sorpreso tutti, persino l’arbitro. “Dopo essere entrati negli spogliatoi, abbiamo parlato come di consueto e siamo usciti per i secondi 45 minuti. È uscito anche l’arbitro che era pronto ad arbitrare la seconda parte di gara. Poi però è arrivata la decisione del Mondragone, coi giocatori che si sono rifiutati di riprendere il gioco. Mi preme sottolineare che non è stato l’arbitro a sospendere la gara, bensì il Mondragone a decidere di non continuare lasciando lo stesso arbitro di sorpresa. Tanto è vero che è rientrato negli spogliatoi per fare una chiamata all’ AIA, dopodiché ha fatto firmare un documento al Mondragone in cui la società casertana indicava le ragioni dell’abbandono e ha infine decretato la fine anzitempo della gara. Peccato perché oggi a Fratta c’era una bella cornice di pubblico”.

Sulla foto condivisa sui social da alcuni giocatori del Mondragone che mostrano le loro ferite a seguito di presunti scontri all’intervallo, Ozzella è lapidario: “È una foto che non commento, dico solo che chi conosce Frattamaggiore sa dei nostri comportamenti. È stata una brutta storia perché non c’era assolutamente il motivo per abbandonare una gara sì maschia, ma corretta”.