Si ritorna al Gobbato, granata che vogliono tornare in casa con una vittoria, anche se l'Afro vuole continuare la striscia positiva

POMIGLIANO D'ARCO (NA) - Afro Napoli Pomigliano sono due delle principali squadre favorite a dar fastidio fino all’ultimo all’Afragolese di mister Seno. Sia i neroverdi, che i granata sono state costruite con intelligenza e hanno messo su una squadra composta da 11 titolari molto di valore e che possono creare problemi. Una è la differenza principale delle due rose, i ragazzi allenati da mister Ambrosino sono formati principalmente da ragazzi che non conoscono la categoria, molti stranieri che devono ambientarsi ma che lo stanno facendo alla grandissima, come dimostrano le vittorie con Marcianise e soprattutto Albanova. Differente è ciò che ha fatto il Pomigliano, puntando su ragazzi che conoscono benissimo la categoria e sono considerati a tutti gli effetti dei veterani.

L’Afro arriva a questa sfida da imbattuta, con un pareggio alla prima di Coppa con il Real Forio, e le due vittorie sottolineate poc’anzi, che gli hanno regalato il pass per gli ottavi e il momentaneo primato in classifica. Stessi risultati per i ragazzi di mister Seno, che hanno vinto la prima di Coppa con la Mariglianese e la prima di campionato con il Real Forio, chiudendo il trittico di gare con lo scontatissimo 0-0 con il San Giorgio che non ha fatto male a nessuno, se non al Mondragone, eliminato dalla competizione.

Mister Ambrosino recupera Sogno, tenuto a riposo contro l’Albanova, per questa gara. Sarà aperto il ballottaggio tra Padin e Tomasin per completare l’attacco assieme a Faella. A centrocampo rimane il ballottaggio tra Bruno Fernandes e Fuad Suleman, certi di un posto Cittadini e Marigliano. Difesa presto fatta, Santangelo tra i pali, De Giorgi, Iannuzzi, Velotti e Franza tra i quattro della retroguardia.

Seno potrebbe puntare di nuovo sull’esperienza di Salineri tra i pali, anche se non è escluso il giovane Bellarosa per consentire Barone di scendere in campo dal 1′. La difesa vedrà uno tra Grifone e Ricciardi sulla destra, De Marco a sinistra. I centrali saranno quasi sicuramente Calabrese e Rega, con il primo favorito su Festa. A centrocampo Foti e Vitiello sono certi di un posto, l’altro dipenderà dalla scelta del portiere, quindi ballottaggio tra Barone e De Marco. Attacco probabilmente che sarà composto da Gioielli, Emma e Pisani.