La capolista frena in casa del Faiano. Al vantaggio di D’Attilio risponde Schettino allo scadere di primo tempo. Buona prova del Faiano contro i delfini di mister De Cesare.

PONTECAGNANO FAIANO (SA) – Finisce in parità la sfida tra il Faiano e la capolista Agropoli al Comunale “23 giugno 1978”. Succede tutto nel primo tempo: al gol da fuori di D’Attilio risponde Schettino allo scadere. Gol con dedica alla zia scomparsa recentemente per l’attaccante di Castellammare di Stabia. La formazione di mister Carmine Turco avrebbe meritato qualcosa in più per quanto visto in campo. Soprattutto nel secondo tempo i biancoverdi hanno messo in difficoltà i più quotati avversari, rendendosi pericolosi soprattutto con Schettino e Pellegrino sugli esterni. Dall’altra parte gli ospiti hanno impensierito i biancoverdi per la maggior parte sui calci piazzati e rendendosi pericolosi soprattutto con i subentrati Maione Vincenzo e Pietro. L’Agropoli in apertura impensierisce il Faiano con Bozzi, gran tiro da fuori deviato in corner da Senatore. In due minuti i delfini si rendono insidiosi con tre angoli, la difesa biancoverde regge bene. Prima mezz’ora col gioco che ristagna a centrocampo. Il Faiano prova a rendersi pericoloso soprattutto sulle palle inattive, mentre l’Agropoli si accende a intermittenza soprattutto sugli esterni. Al 32’ i delfini trovano in vantaggio dal nulla: tiro improvviso di D’Attilio da fuori che si spegne alle spalle di Senatore. In pieno recupero il Faiano trova il pareggio con Schettino che scappa via in avanti e con un lob morbido supera Spicuzza. Dopo cinque minuti dall’inizio della ripresa si rende pericoloso il delfino Capozzoli su punizione, sinistro a giro che termina di poco a lato. Poco prima del ventesimo Faiano vicino al gol con Schettino, il quale servito dalla sinistra da Pellegrino, cicca la sfera davanti a Spicuzza. Alla mezz’ora angolo insidioso di Anastasio dalla sinistra, Spicuzza smanaccia la sfera in rimessa laterale. Dopo un minuto Faiano ancora vicinissimo al gol con un gran tiro di Anastasio da fuori, palla deviata in corner da un difensore agropolese prima di arrivare nello specchio. Al 33’ Maione Vincenzo cicca la sfera in area di rigore davanti a Senatore. Punizione dalla sinistra del campo che arriva al centro per la testa di Lamberti che appoggia al centro per Maione Pietro, colpo di testa che termina alto. Nei tre minuti di recupero i delfini provano l’arrembaggio, la difesa del Faiano c’è. La squadra di Turco può ritenersi soddisfatta per il punto ottenuto contro i primi in classifica, anche se con un pizzico di fortuna in più i biancoverdi avrebbero potuto fare propria l’intera posta in palio.  L’Agropoli ringrazia il San Vito Positano, che nella mattinata ha fermato il Sorrento e si tiene a due punti dalla squadra rossonera.

Foto di Carol Violante

TABELLINO

FAIANO: Senatore, Ruggiero, Sparano, Anastasio, Di Donna, Ietto, Castagna ‘99, (32’st Chiangone ‘98), Di Somma, Pellegrino, Maisto ‘99 (40’pt La Femina ‘99), Schettino. A disp.: Ginolfi, Ceresoli ‘00, Mazza ‘00, Siani ‘00, Pisacane ‘99. All.: Turco

AGROPOLI: Spicuzza, De Foglio ‘00, Gullo ‘00, De Rosa, Hutsol ‘98 (21’st Maione V.), Landolfi, Capozzoli, Natiello (32’st Santonicola), Bozzi, D’Attilio, Apicella ‘97 (10’st Maione P. ‘98). A disp.: Gesualdi, Guadagno ‘00, Lopetrone, Giura. All.: De Cesare

ARBITRO: Damiani di Sondrio – ASSISTENTI: Vitale di Salerno – Avitabile di Castellammare di Stabia

RETI: 32’pt D’Attilio (A) 46’pt Schettino (F)

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti Maisto (F), De Rosa, Landolfi (A). Angoli Faiano 5 – 7 Agropoli. Recuperi 1°T: 1’ – 2°T: 3’