Il patron degli ischitani dichiara quelle che saranno le intenzioni della società

FORIO (NA) - A pochi giorni dal consiglio direttivo della LND, che deciderà delle sorti dei campionati dilettantistici italiani, noi di Campania Football continuiamo a sentire i protagonisti di questa realtà. Per l’occasione è intervenuto ai nostri microfoni Luigi Esposito, presidente del Real Forio, squadra militante nel Girone A di Eccellenza. Al patron dei biancoverdi abbiamo chiesto del futuro della propria società, insieme alle scelte che intende mettere in campo: 

Presidente Esposito, innanzitutto volgendo lo sguardo al periodo appena trascorso le chiedo come ha passato il Lockdown? 

“Sono stati momenti duri per tutta la nazione. Qui a Forio l’atmosfera era identica a quella del panorama nazionale e siamo rimasti in contatto con i nostri atleti e il nostro staff per fargli capire che non erano da soli”

Presto ci sarà il consiglio direttivo della LND, cosa si auspica? 

“Ho sentito diverse proposte riguardo a quelli che potrebbero essere i provvedimenti da adottare da parte della LND e mi sono parsi molto confusionari. Le voci che circolano sono molteplici per cui non possiamo fare altro che aspettare l’esito delle decisioni, sperando che vogliano bloccare le retrocessioni congelando il tutto” 

Allo stato attuale la sua squadra occupa la penultima posizione in campionato, nel caso questo verdetto dovesse essere confermato ripartireste dalla Promozione? 

“Il nostro intento è quello di restare in Eccellenza. Faremo tutto il possibile per confermare la categoria ma ovviamente decideremo in base alle decisioni prese dalla lega dilettanti in tal senso.” 

Economicamente parlando, come vi regolerete con i vostri tesserati?

“Come ho già detto abbiamo cercato di non farli sentire mai soli. Abbiamo attivato tutte le pratiche per avere i bonus messi a disposizione dal governo per le figure previste. Inoltre con i calciatori abbiamo trovato già un accordo che prevede il pagamento dell’ultima mensilità che restava in sospeso, ma appena sarà possibile organizzeremo una cena per definire il tutto”