Masecchia: "Se c’è un aggettivo che bisogna usare per questa squadra è: superlativa"

AFRAGOLA (NA) - Al termine del match tra Afragolese e Albanova, terminato 2-1 per i padroni di casa, sono intervenuti il tecnico rossoblù Masecchia, l’attaccante Maggio e il diesse Stiletti.

Ecco le loro dichiarazioni:

Mister Giovanni Masecchia: “Chi mi conosce sa che non sono un lecchino. Premesso che stimo molto la società dell’Albanova e la famiglia Zippo, oltre all’allenatore che reputo uno dei migliori della categoria, ma se la gara fosse terminata diversamente non so di cosa avremmo parlato. Oltre al gol di Signorelli mi sapete dire cosa ha fatto l’Albanova? Quanti tiri ci sono stati verso la nostra porta? Devo fare un plauso alla squadra, ma per me questa gara è già archiviata. Voglio ricordare che questa squadra lavora con me da 22-23 giorni se non consideriamo la sosta natalizia e i giorni di  riposo. Se qualcuno si aspetta ancora di più, e mi riallaccio anche alla gara di sabato scorso, forse ho ancora molto da imparare, sono umile, però voglio dire che se dobbiamo commentare le partite facciamolo con equilibrio. Sabato scorso se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla. Per questo i miei ragazzi vanno solo applauditi e sostenuti, a maggior ragione dopo la partita di oggi. Se c’è un aggettivo che bisogna usare per questa squadra è: superlativa. Abbiamo letteralmente dominato contro una grande compagine, con grandi calciatori, ma per me non abbiamo ancora fatto niente perché c’è un’altra gara importante domenica prossima e dobbiamo solo pensare a lavorare, perché questa è l’unica strada che conosco per regalare delle soddisfazioni ad una società serissima ed ai nostri tifosi. Domenica c’è il Gladiator? S.Maria Capua Vedere è una mia seconda casa. Mi aspetto la mia solita settimana di lavoro. Rispettiamo il Gladiator che ha un organico importantissimo ma noi dobbiamo giocarcela a viso aperto contro tutti per ottenere la migliore posizione in classifica  per farci trovare pronti per i playoff. Dimostriamo di essere all’altezza della situazione”.

L’attaccante Domenico Maggio: “Sono felice per questi due gol perché me li merito, così come tutta la squadra merita la vittoria. Ringrazio tutti i miei compagni che mi hanno messo in condizione di segnare, ma l’importante era vincere al di là di chi segna. Ho fatto gol e abbiamo vinto e sono doppiamente felice. Continuiamo ad inseguire qualcosa di importante anche se non voglio dire cosa”.

Diesse Orlando Stiletti: “La vittoria era quello che chiedevamo alla squadra dopo la sconfitta con l’Afro Napoli. Non è che sabato scorso abbiamo giocato male, anzi, ma volevamo dai ragazzi quel carattere, quella cattiveria in più che oggi abbiamo riacquistato dopo il gol subito. Abbiamo imposto il nostro gioco, il nostro carattere e alla fine ce l’abbiamo fatta contro un avversario ostico, molto forte. Ci sono tutti i buoni auspici per toglierci grandi soddisfazioni. Il Gladiator? Non abbiamo solo la squadra nerazzurra ma un filetto di partite con squadre ostiche. Cerchiamo di fare risultato a S. Maria. Vogliamo ottenere quante più vittorie è possibile per qualificarci ai playoff con miglior piazzamento”.

Vincenzo Tanzillo

Ufficio Stampa e Comunicazione Vis Afragolese 1944