Il tecnico, ex Positano, è alla ricerca un nuovo progetto per tornare ad allenare dopo la grande paura dei mesi scorsi

Sorrento (NA) Un’improvviso malore e la corsa in ospedale conclusasi con un lieto fine, è la storia di Federico Cuomo, allenatore nell’ultima stagione al San Vito Positano.

Il tecnico originario di Sorrento pochi giorni prima del playout, contro la Scafatese, fu colto da improvviso malore e fu costretto al ricovero in ospedale e dopo la riabilitazione è tornato in pista. A Campania Football parla di quei momenti terribili: “Sono stati attimi tremendi ma sono stato fortunato, poteva andarmi molto peggio e invece sono riuscito a cavarmela abbastanza bene”.

Ora è tornato e può quindi riprendere ad allenare: “Adesso mi sento bene e sono alla ricerca di un progetto che sia prima squadra o giovanile non conta. L’importante è che sia serio sotto tutti i punti di vista, strutturale, organizzativo e soprattutto dirigenziale. Sono stanco di vivere in realtà in cui ci sono sempre enormi problemi di vario genere”.

Un pensiero anche all’ultima esperienza chiusa con la retrocessione: “C’è rammarico per non aver potuto accompagnare i ragazzi in panchina nel momento delicato dei playout. È stata una stagione difficile e nonostante l’affannosa rincorsa lo spareggio ci ha condannato. Credo che se fossi stato in panchina forse le cose sarebbero potute andare in maniera diversa”.