L'attaccante schierato al posto di Ioio ha risposto con una prova maiuscola mandando al tappeto il Giugliano e portandosi il pallone a casa

SAN GIORGIO A CREMANO (NA) Una giornata da incorniciare. Carmine Muro è l’emblema della felicità dopo la tripletta al Giugliano arrivata al termine di una prova maiuscola e schierato anche un po’ a sorpresa considerando che Ignudi lo ha preferito a Ioio. E’ la sua prima tripletta e l’attaccante non nasconde l’emozione: “E’ la prima volta che porto il pallone a casa, grande gioia. Il primo gol è nato da una punizione, poi una ripartenza e il terzo su rigore, sono molto soddisfatto. La nostra forza è l’ambiente e una società molto seria che ci fa stare molto bene, forse l’atteggiamento del Giugliano ci ha favorito, erano molto spregiudicati e ci hanno sottovalutato. Anche sul 2-1 non ci siamo disuniti, eravamo convinti di vincere e ci siamo riusciti. Adesso servirà lo stesso atteggiamento di oggi per conquistare quanto prima la salvezza”.