"Minacce ed intimidazioni compiute in particolare ai danni del calciatore Davide Trofa"

L’incontro tra il Mondragone e il Real Forio si chiude con una vittoria per 2-0 della squadra casertana. Dopo la solita ottima accoglienza riservata agli isolani dalla società del Mondragone, è impossibile non porre l’accento anche sui fatti gravi che hanno caratterizzato gli attimi precedenti l’ingresso in campo delle due squadre – fanno sapere dall’entourage forinese -. Alcuni giocatori del Real Forio – secondo quanto raccontato dalla dirigenza isolana – sono infatti stati minacciati e colpiti da alcuni tesserati dell’area tecnica. Assenti nella circostanza arbitro e assistenti, già vicini al terreno di gioco e quindi molto lontani dal luogo specifico in cui è accaduto il parapiglia, anche se pare che i fatti siano comunque avvenuti sotto lo sguardo del commissario di campo, motivo per il quale in casa foriana si attende il prossimo comunicato del Giudice Sportivo.

MONDRAGONE (CE) -
La testimonianza. Così Luigi Ruggiero, vice presidente del Real Forio: «Credo che quanto avvenuto prima dell’incontro sia davvero qualcosa di negativo per il calcio. I nostri sono stati letteralmente aggrediti fisicamente e minacciati, principalmente da parte di un giocatore e altri due componenti dello staff. Anche durante l’intervallo gli animi si sono scaldati e ci è mancato poco che si verificassero altri episodi. Alcuni dirigenti del Mondragone hanno visto le cose commesse da alcuni loro tesserati, per cui non possono negare».