Intervista all'allenatore nerostellato: "Loro molto valore, noi giovani di qualità"

REDAZIONE - Domani occhi puntati su Frattese-Albanova. Con il tecnico di casa Salvatore Ambrosino abbiamo del percorso, pur se breve, avuto dai suoi ragazzi dopo la ripresa e come dovranno affrontare la squadra che prima dello stop del campionato era prima in classifica.

La Frattese ha cominciato bene, insieme alla Scafatese ha fatto bottino pieno in queste prime tre uscite. Ti aspettavi questo inizio con una squadra che è cambiata totalmente?

“Siamo partiti bene considerato che comunque c’è stata una vera rifondazione della squadra. Non era facile fare quello che abbiamo fatto in poco tempo, siamo andati oltre le previsioni e va dato merito ai ragazzi che hanno dato grandissima difficoltà. Poi giocare con la Frattese per molti è un onore. Resta comunque una squadra giovane che non ha una grandissima esperienza, anche se c’è qualità”. 

Che idea ti sei fatto del format?

Lo considero molto avvincente e affasciante e ogni partita del girone è importante considerando che alla fine ci sarà un tabellone con la classifica in base ai gol e alle ammonizioni. Dopo si azzererà tutto e i dettagli e gli episodi faranno la differenza nelle partite singole. Anche chi avrà il vantaggio relativo di giocare in casa non avrà la certezza di passare il turno”. 

Quanto vale la partita di domani?

“È come le altre del girone. Affronteremo una squadra che era prima in classifica a punteggio pieno prima dello stop. Sappiamo quindi qual è il loro valore con giocatori di categoria e un allenatore che fa giocare bene le squadre e che fa della coesione e la compattezza la sua arma migliore. Dobbiamo quindi farci trovare pronti. Non carichiamo la partita di grandi responsabilità. È importante ma ripeto, come le altre. La giocheremo con serenità poi il campo ci darà un giudizio. Solo di una cosa possiamo essere certi, sarà una gran bella gara”.