La sconfitta nella finale di Caserta è costata la panchina all'ex tecnico dell'Albanova

GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA) - La sconfitta del Pinto ha lasciato un segno importante nella stagione giuglianese. A pagare il prezzo più alto come capita in queste situazione è l’allenatore. Antonio De Stefano dopo l’amarezza di tutta la tifoseria dalla quale è stato anche duramente contestato ha deciso di fare un passo indietro presentando in serata le dimissioni a patron Sestile.

Il tecnico venne annunciato con grande anticipo, precisamente ad inizio Maggio dalla società giuglianese che lo aveva seguito con grande attenzione soprattutto nel periodo del trionfo con l’Albanova. Il Presidente Sestile prendendo atto della situazione ha dunque accolto la volontà del tecnico ed interrompere il rapporto.

Dopo la bruciante sconfitta (la seconda al Pinto della storia del Giugliano) buona parte della tifoseria, soprattutto sul web ha puntato il dito contro l’allenatore per le scelte fatte e i tempi delle sostituzioni nella finale del Pinto che hanno portato alla sconfitta attraverso i rigori.

Per queste ultime 10 partite di campionato, 3 mesi di campionato la società valuterà a chi affidare la panchina. Tra gli allenatori liberi ci sono Giovanni Ferraro, tra i principali accreditati per il dopo De Stefano. Restano comunque da tenere d’occhio anche Maurizio Coppola.