ANGRI (SA) | Al via l’era Coppola sulla panchina dell’Angri. Dopo l’esonero di Gargiulo nella giornata di ieri è arrivata l’ufficialità di Maurizio Coppola quale nuovo allenatore dei grigiorossi, con Vincenzo Criscuolo responsabile dell’area tecnica. Non un allenatore qualsiasi ma un fine conoscitore della categoria, con Coppola che nelle ultime stagioni ha sfiorato la Serie D alla guida di Sorrento (2016/17) e Afragolese (2017/18) da subentrante mancando all’ultimo atto l’approdo in quarta serie. Un curriculum ricco che annovera anche il campionato vinto alla guida del Gragnano nella stagione 2014/15 e la successiva salvezza in Serie D. Ora per Coppola c’è una nuova impresa da compiere, quella di traghettare l’Angri dalle sabbie mobili della zona playout e di riportarla ai vertici della classifica di Eccellenza. La nostra redazione ha raccolto le prime dichiarazioni di mister Coppola circa il suo nuovo incarico in grigiorosso

Mister è arrivata la chiamata dell’Angri, sua ex squadra da calciatore: che sensazioni prova a guidare una squadra con un passato importante come quella grigiorossa?

Sicuramente è un onore e domenica allo stadio “Novi” sarà un’emozione forte guidare l’Angri, squadra in cui ho giocato e vinto. La voglia è quella di regalare subito una grande gioia a questa tifoseria che in Eccellenza è sprecata, la tensione è tanta perchè affronteremo un’ottima squadra (la Palmese) e per questo siamo super motivati.

La squadra nonostante nomi importanti in rosa si trova in piena zona playout dopo 4 giornate con soli 3 punti. Su quali aspetti lavorerà Maurizio Coppola per migliorare la classifica?

Sicuramente lavorerò sulla testa dei calciatori: loro sanno che possono e devono dare di più per questa maglia e che in questa categoria possono giocarsela con tutti. Al contempo ci sono tante defezioni e tanti infortunati, si dovranno recuperare tutti gli effettivi e sono sicuro che i risultati arriveranno. 

E’ un po’ prematuro parlarne ma la domanda corre d’obbligo: a dicembre nella finestra di mercato invernale ci saranno degli innesti?

Abbiamo abbozzato qualche aspetto per il futuro ma dicembre è lontano. Come detto precedentemente dobbiamo recuperare tutti gli effettivi e avere la rosa completa. Ovviamente il mercato di dicembre ha tante variabili legate ai risultati e alle prestazioni. Ora bisogna solo lavorare.