Oltre alla problematica legata all'uso dello stadio "Pastena", la dirigenza bianconera con a capo il Presidente Pumpo lamenta anche il totale disinteresse dell'Amministrazione Comunale nel sostenere economicamente la squadra

BATTIPAGLIA (SA) - Battipagliese il titolo va al Comune. Se da un lato i risultati e la classifica hanno portato un clima di serenità nell’ambiente bianconero con la salvezza molto vicina, sul fronte societario è di tutt’altro umore, con la dirigenza che ha deciso di consegnare il titolo sportivo nelle mani della Sindaca di Battipaglia Cecilia Francese. I motivi, riportati in un comunicato ufficiale apparso in mattinata sul sito ufficiale delle zebrette, sono legati all’ormai annosa questione dello stadio “Pastena”, da quattro settimane non più sede delle partite casalinghe della Battipagliese, con i ragazzi di Fusco che sono dovuti emigrare a Buccino. Una vicenda che non è andata giù alla società con a capo il Presidente Mario Pumpo che già in precedenza aveva paventata la consegna del titolo al Comune se la questione “Pastena” non si fosse risolta con esito positivo. Senza il proprio stadio alla Battipagliese non solo è mancato il supporto del caldo tifo bianconero ma anche tante agevolazioni logistiche tra cui gli incassi domenicali. Inoltre dal comunicato la stessa società lamenta nei confronti dell’Amministrazione Comunale anche il totale disinteresse nello stanziare contributi economici oppure trovare partners e sponsorizzazioni per la Battipagliese. Insomma una situazione societaria enigmatica, la terza da tre anni a questa parte, che potrebbe mettere a repentaglio il futuro della Battipagliese.