La compagine di Amarante si salva grazie a due penalty, buona prova del San Vito Positano che recrimina per la direzione di Migliorini di Verona

S. ANTONIO ABATE (NA) - Si salva la Scafatese, San Vito Positano schiuma di rabbia. Lo spareggio play out del Varone di S. Antonio Abate premia la compagine di Cesarano, con il San Vito che retrocede in Promozione ma recrimina per le decisioni del signor Migliorini di Verona e del primo assistente Savino di Napoli. Gara non bella tatticamente, molti errori ed occasioni con il contagocce, con gli ospiti che non demeritano ma soccombono. La prima frazione è molto brutta, la prima è per Terminiello che di testa non inquadra la porta all’8′, la Scafatese risponde con un tiro di Barra largo al 18′. Il match è spezzettato e l’equilibrio si spezza al 35′: l’arbitro vede un tocco di mano in area tra le proteste dei giocatori del San Vito assegnando il rigore: Sperandeo trasforma. Il San Vito ha il merito di non disunirsi e al 42′ impatta: Carfora chiude una splendida triangolazione e fa 1-1. Nella ripresa, Siciliano sale in cattedra e il 10 sfiora il gol al 51′ con un tiro alla Del Piero. Passano i minuti e proteste veementi per un atterramento in area Scafatese non sanzionato da Migliorini per un abbraccio di un difensore locale, il rigore sembra esserci ma l’arbitro sorvola. Al 75′ altro episodio da moviola: il San Vito realizza in mischia con Giordano ma Migliorini annulla su segnalazione dell’assistente, gli ospiti accerchiano il guardalinee ma l’arbitro è irremovibile. E dopo quattro minuti l’episodio decisivo: Siciliano viene atterrato da Terminiello, per l’arbitro è rigore, i giocatori del San Vito protestano perchè ritengono che il contatto sia fuori area e Terminiello viene espulso per proteste, in questo caso la decisione del penalty sembra corretta e Rinaldi fa 2-1. Con la forza della disperazione il San Vito si getta avanti e all’89’ Falanga in tuffo va vicino al pari ma il portiere devia in corner con un grande intervento. L’ultima emozione è clamorosa: punizione di Ruscio al 96′, traversa e palla che ricade sulla linea, per il San Vito è gol, per Migliorini no (la decisione sembra corretta) e la Scafatese festeggia la salvezza. Il tecnico Amarante è soddisfatto: “Siamo contenti, abbiamo centrato l’obiettivo, è una soddisfazione per il presidente che ha fatto tanti sacrifici e anche la tifoseria e la città di Scafati che sta attraversando un momento particolare. Non è stata una buona prova da parte nostra ma le finali sono così. Errori arbitrali? E’ stata una gara tesa, difficile stabilire se ci sono stati o meno, siamo contenti di esserci salvati”. Moriello (che sostituiva Cuomo per i noti fatti di salute del tecnico): “Fa molto male, arbitraggio scandaloso. Abbiamo dato il massimo ma la direzione arbitrale ha condizionato il match. Il secondo rigore era fuori area, non ho capito perchè ha annullato il nostro 2-1 e ci manca un rigore, perdere così fa molto male”.