Spilabotte-Palmentieri che lite. Facebook diventa una arena tra l’attaccante e il presidente del Casoria. Oggetto del contendere il mancato pagamento dei rimborsi all’attaccante. Il bomber, stufo di aspettare, ha pubblicato un lungo post sul più famoso social network dove reclama le sue spettanze, sottolineando come il calcio sia la sua principale attività ed accusando il numero uno viola di non volerlo incontrare nè di volergli riconoscere le spettanze. La risposta di Palmentieri non si è fatta attendere con il presidente che ha affermato che il Casoria non fa beneficenza. Una querelle durissima, dove il giudizio morale lo lasciamo agli altri. Da parte nostra possiamo solo invocare Antonio Trovato come arbitro per dirimere la questione. Questa vicenda richiama un vecchio problema: contrattualizzare anche in Eccellenza. Non sappiamo i motivi per cui il Casoria non voglia corrispondere le spettanze a Spilabotte, certamente è una vicenda poco gradevole, il giocatore è rimasto sicuramente a disposizione del Casoria calcio e se avesse avuto un regolare contratto non avrebbe subito questa situazione. Purtroppo gli accordi verbali sono una piaga del nostro calcio, spesso i calciatori sono vincolati agli obiettivi, con gli ultimi mesi che diventano calvari veri e propri per cercare di ricevere il dovuto. Spilabotte è solo la punta di un iceberg, un giocatore che ha deciso di rendere pubblica una vicenda, toccherà al Casoria calcio e agli organi competenti risolvere la questione sperando che si trovi una soluzione giusta ed equa.