Nel girone A tiene banco il duello Frattese-Giugliano, nel girone B è lotta a quattro, con anche il duello per i play off che entusiasma

NAPOLI - Una Eccellenza fantastica. Erano anni che non assistevamo ad un campionato così bello, con girone A e girone B che fanno battaglia a chi è più entusiasmante. Nel girone A, la sfida Frattese e Giugliano è epica, impossibile decifrare chi la spunterà, il calendario dice Giugliano ma la Frattese allo Scalzone ha già detto di volerlo smentire, Ciaramella e compagni spingono per 2 imprese per coronare il sogno. Il Giugliano è appeso alla radiolina, deve sperare in un passo falso dei nerostellati, ma in ogni caso applausi al club del presidente Sestile che ha viaggiato ad una media stratosferica, per caparbietà e voglia i tigrotti meriterebbero anche loro la D diretta. E poi c’è la lotta play off, con l’Afragolese ormai terza, il Gladiator si è complicato la vita da solo e adesso deve giocarsi il quarto posto per contenere il distacco, mentre la lotta per la quinta è ininfluente. Discorso salvezza, tutto in bilico, con Barano, Puteolana 1902, Forio e Flegrea che sperano ma occhio al Mondragone che è rientrato con la sfida con i diavoli rossi che assume una importanza vitale. Nel girone B, invece, tutto aperto, quattro club possono vincere, con il San Tommaso in pole, ma Agropoli. Santa Maria e Cervinara che sperano negli ultimi 180. Per la quinta piazza è lotta a tre con Costa di Amalfi e Eclanese in vantaggio, rientrato il Castel San Giorgio che se ne fa 6 punti con le dirette rivali brucia tutti. Per la salvezza è un ingorgo, da stabilire anche chi retrocederà direttamente in un turbinio di emozioni che coinvolge più squadre. Insomma, saranno 180′ di grande passione, da gustarci con i fuochi di artificio che stanno per arrivare.