Continua a lavorare ed a piazzare colpi importanti la coppia dei Ds Manzella/Paladino. Nella giornata odierna è arrivata la firma per l'esperto portiere Coppola e il forte attaccante classe 87' Vincenzo Esposito

NAPOLI - Lo Sporting Campania dei Ds Manzella/Paladino mette a segno due colpi di mercato importantissimi per il futuro della squadra dei presidenti Filippo Napolitano e Tommaso Andreozzi. Blindata la porta con l’ex Pro San Giorgio Ciro Coppola e colpo da 90′ in attacco con Vincenzo Esposito, attaccante di categoria ed elevata esperienza con tanta voglia di rimettersi in gioco dopo gli ultimi anni condizionati da infortuni e pronto a regalare tante soddisfazioni all’ambiente. 

Di seguito le prime dichiarazioni dei due nuovi innesti che non hanno avuto alcun dubbio nell’accettare la chiamata dello Sporting:

Ciro Coppola: “Un ritorno per me dopo un inzio incerto dopo l’anno scorso. Adesso sono felice di far parte di questa famiglia,  abbiamo a disposizione un grande organico ed una squadra che può ambire alla vittoria del campionato senza alcun dubbi. Una società solida con un’organizzazione di altissimo livello e ringrazio i nuovi direttori Paladino e Manzella per avermi dato la possibilità di farne parte. Spero di dare il mio contributo alla squadra mettendo a disposizione la mia esperienza, venendo da due annate disputate in Promozione a San Giorgio, una con l’Atletico San Giorgio dove ho vinto un campionato di Seconda Categoria, un’altra stagione tra le fila della San Giovannese, dove ho vinto un altro campionato e poi gli ultimi due anni con la Pro Sangiorgio dove abbiamo vinto due campionati di seguito. Adesso spero di continuare a vincere ed a ottenere importanti traguardi con la maglia della Sporting Campania.”

Curriculum ricco di esperienze per la seconda punta classe 87′ Vincenzo Esposito. Vincenzo, inizia la propria carriera nel settore giovanile ad Empoli, poi matura esperienze importanti con la casacca del Brindisi, Cisco Roma, Cosenza, Gavorrano, Siracusa e Bacoli Sibilla per poi essere vittima di due brutti infortuni che lo hanno tenuto lontanto dal terreno di gioco.

“Colpa dei troppi infortuni ai due ginocchi che non hanno retto ho dovuto abbandonare il mestiere più bello del mondo però nella vita si va avanti. Adesso dopo la chiamata dei Ds Paladino e Manzella, che mi hanno convinto a rimettermi in gioco, ho deciso di catapultarmi in una nuova avventura dove ho ritrovato tanti miei amici, i quali dal primo momento mi hanno impressionato e mi hanno fatto capire in che ambiente mi trovo: ragazzi umili, mister esperto ed una società presente cosa che  difficile a vedersi in categorie superiori. Adesso ho tantissima voglia di reiniziare e cercherò di mettere tutta l’esperienza che ho accumulato per dare una mano alla squadra. Spero che ci toglieremo tante soddisfazioni anche perché ci sono ragazzi bravi e qualcuno con molta esperienza, credo dunque, senza presunzione, che sarà una bella annata dove possiamo dare filo da torcere a chiunque.”

Due tasselli dunque, di massimo spessore, che vanno ad impreziosire ulteriormente la rosa a disposizione del tecnico Varriale, per una squadra costruita passo per passo dall’ottimo lavoro dei Ds Manzella/Paladino. Ormai la triste stagione precedente è solo un lontano ricordo, questa volta lo Sporting è pronto realmente a stupire..

Antonio Caliò