L’esperto centrocampista punta a realizzare la 50° rete in bianco - verde

Napoli In casa Plajanum si continuano a scaldare i motori, nel frattempo cresce di giorno in giorno l’ attesa per l’ inizio di un campionato nel quella saranno sicuramente tra i protagonisti, anche nelle parole del capitano il classe 89 Francesco Procentese l’ entusiasmo e la voglia di iniziare è palese: ”In questi giorni sta crescendo l’ attesa per quello che per noi può essere il campionato della svolta, infatti, dopo l’ ottimo campionato della scorsa stagione, nel quale è mancata solo la ciliegina finale, della vittoria nello spareggio contro la Maued, siamo pronti e determinati a ripartire, perché il risultato dello scorsa stagione deve essere un punto di partenza e non un punto d’ arrivo. La società ha lavorato molto bene sul mercato, sono arrivati elementi di categoria che ci consentiranno di puntare alla vittoria del campionato, purtroppo ad oggi non sappiamo ancora in quale girone saremo inseriti e ne tantomeno le nostre avversarie, ma fin da adesso posso assicurare che faremo tutto il possibile per vincere. Noi siamo una società molto giovane, questo per noi è solo il sesto anno e quindi i risultati raggiunti fino ad oggi non sono da trascurare. Io seppur quasi prossimo alla soglia dei trent’anni mi sento ancor un ragazzino, e questa maglia la sento come una seconda pelle, infatti, praticamente sono arrivato in da subito, questa per me sarà la quinta stagione, e quest’anno avrò anche l’ obiettivo di realizzare la cinquantesima rete con la maglia bianco-verde, per raggiunge questo traguardo mi serve solo una rete e spero di realizzarla già all’ esordio del campionato, magari la rete della vittoria. Calcisticamente sono cresciuto nel Napoli ho fatto tutta la trafila giovanile per poi passare in serie D con il Gragnano ed in Eccellenza con Giugliano, dopo queste due importanti esperienze, ho vissuto due stagioni negative soprattutto dal punto di vista societario, che hanno cambiato la mia visione del calcio, facendomelo vedere solo come un hobby, anche se però con il massimo impegno, ed è proprio per questo che mi sono ritrovato a Chiaiano, dove ho trovato una società seria, qui, mi sento a casa, riesco a coniugare lavoro e sport. Il tempo passa ma la passione e la voglia restano, infatti, in questi anni mi sono adattato in varie posizioni, però sempre nella zona nevralgica del campo, ma se potessi esprimere una preferenza, mi vedrei bene nella posizione d’interno di centrocampo a 5, oppure come mezz’ala sinistra in un centrocampo a 3. Comunque come si suol dire le chiacchiere le porta via il vento, adesso è tempo di iniziare a pedalare e sudare, solo cosi riusciremo a scalare per primi la montagna che abbiamo davanti.”.