Al “Giarrusso” di Quarto netta vittoria dell’Ercolano che s’ impone per 3 a 1 sui locali del Quartograd, in una gara mai in discussione, riaperta dai vesuviani a metà ripresa clamorosamente quando per una leggerezza, nonostante la doppia superiorità numerica, subiscono la rete del momentaneo pareggio, poi il maggiore tasso tecnico nonché il doppio vantaggio numerico, ha favorito l’ Ercolano, che bagna con una vittoria il debutto in panchina di mister Ulivi.

Riavvolgendo il film della gara partenza decisa degli ospiti che collezionano occasioni a raffica nei primi minuti, i frutti del “dominio” vengono premiati già al 9’ da Vitale che insacca con un potente tiro centrale sotto la traversa dai 20 metri centrali. Al 11’ lo stesso attaccante calcia dal  limite sinistro, ma la sua conclusione è parata in due tempi. Al 12’ sempre Vitale calcia da centro area sinistra, ma la conclusione è respinta dall’ estremo locale. Al 16’ ottima conclusione dal vertice alto destro di Perna, ma Sollo vola all’ incrocio e devia in angolo. Al 32’ è ancora Perna a sfiorare il raddoppio con una punizione dal limite destro respinta dal portiere e poi spazzata dalla difesa, nonostante l’ evidente dominio l’Ercolano non chiude la gara ed al 40’ rischia la beffa quando Monda calcia al volo a colpo sicuro dal dischetto, ma è strepitosa la risposta di Cozzolino che devia in corner.

Nella seconda frazione di gara nei primi quindici minuti lo spettacolo è latitante, infatti non ci sono occasioni degne di nota con l’Ercolano che gestisce senza problemi il risultato, forte anche della doppia superiorità numerica per le espulsioni al 50’ di Spadera per doppia ammonizione e di D’Amauri al 60’ per gioco scorretto, i vesuviani si fanno vedere solo al 62’ con Perna il cui piattone al volo rasoterra dal dischetto è parato in due tempi, poi al 65’ arriva l’ impensabile, infatti a sorpresa il Quartograd perviene al pareggio in modo rocambolesco con il neo entrato Camerlingo, che dopo una carambola di rimpalli insacca la sfera che gli sbatte sulla testa, la rete sveglia gli ospiti che si gettano in attacco alla ricerca della vittoria, e vengono subito premiati, infatti al 72’ colpo di testa di Borrelli da sottomisura centrale, che colpisce la traversa sulla respinta è lesto Di Dato che insacca per il vantaggio vesuviano, la rete non placa l’Ercolano che al 76’ chiude definitivamente la gara con Di Biase che riprende la respinta su un calcio di rigore concesso per fallo di mano e da lui calciato, ma respinto di Sollo, la rete spegne la gara, anche se all’ 88’ Shassah su punizione centrale colpisce la traversa per il Quartograd, sul veloce capovolgimento di fronte Borrelli servito dalla ¾ destra calcia al volo dal vertice alto sinistra ad incrociare, ma è bravo Sollo a deviare in corner.

Termina dunque 3 a 1 per l’Ercolano che torna al successo dopo tre sconfitte consecutive, riprendendo la sua marcia alle posizioni di vertice, viceversa da rivedere il Quartograd troppo timoroso oggi, tuttavia penalizzato nella seconda frazione dalla doppia inferiorità numerica.

QUARTOGRAD vs ERCOLANO 1 – 3  

Quartograd:

Sollo, Cavaliere, Spadera, Silvestro (55’ Sorrentino), Zaccariello, De Vivo (77’ Saady), D’Amauri 2001, Palumbo 2001 (73’ Spada 2002), Monda (76’ Gonzales), Shassah, Lazzaro 2001 (52’ Camerlingo 2001)

A disposizione: Nacci 2001, Caputo 2001, Lahoz, Di Gennaro 2001

Allenatore: Iaccarino

Ercolano:

Cozzolino 2001, Scarfogliero 2001 (80’ Testaguzza 2001), Bottigliero 2001, Porcaro (67’ Minauda), Di Dato, Incarnato, Narciso (71’ Borrelli), Sacco, Vitale (52’ Vitagliano), Perna, Di Biase (77’ D’Emilio 2001)

A disposizione: Uliano, Tamburro 2001, Amitrano 2001, Imperato 2001

Allenatore: Ulivi

ARBITRO: Grimaldi (Nola)

ASSISTENTI: Di Matteo e Cricco (Napoli)

RETI: 9’ Vitale (E) 65’ Camerlingo (Q) 72’ Di Dato e 76’ Di Biase (E)

AMMONITI: 18’ Monda, 27’ De Vivo, 50’ Zaccariello e 84’ Shassah (Q) 34’ Scarfogliero e 55’ Porcaro (E)

ESPULSI: 50’ Spadera (Q) per doppia ammonizione e 60’ D’Amauri (Q) per gioco scorretto

NOTE: 76’ Di Biase (E) si fa respingere calcio di rigore

SPETTATORI: 180 circa con nutrita rappresentanza ospite di circa 40 unità

RECUPERO: pt 1’ – st 3’