L'allenatore della Virtus Liburia Lello Cottuno è intervenuto ai nostri microfoni dopo la partita persa tra le mura amiche contro il Montesarchio

TRENTOLA DUCENTA (CE) – Ancora tante polemiche nel girone A di Promozione. Dopo il gol fantasma assegnato ai beneventani in occasione di Villa Literno-Montesarchio, ancora altre proteste stavolta da parte della Virtus Liburia. Ecco le dichiarazioni di Lello Cottuno:

“Dopo la vicenda del gol fantasma in Villa Literno-Montesarchio, oggi per l’ennesima partita ho assistito ad anomalie in campo in un vero e proprio scandalo. Solo incredulo, se c’era una squadra che doveva vincere oggi era la Virtus Liburia. Dei tantissimi episodi non posso non citare che abbiamo visto contemporaneamente il segnalinee alzare la bandierina e l’arbitro lasciar giocare. Ci è stato negato un calcio di rigore madornale, Cerullo è stato spinto in maniera vistosa in area di rigore mentre colpiva la palla di testa. Gol annullato a Pasquale Francese per fuorigioco inesistente, partiva 2 metri dietro. C’erano gli osservatori dalla tribuna che anche loro erano sorpresi. Se dobbiamo continuare a fare calcio così è inutile, al di là del risultato. Sul gol del Montesarchio c’era un fallo nettissimo, così come l’espulsione a Cesarone che ha beccato il primo giallo al posto di Cerullo. Anche la squadra avversaria ha ammesso di aver avuto un favorimento. Da calciatore mi sarei vergognato di vincere, le società fanno sacrifici e così non si può andare avanti. Faccio i complimenti alla mia squadra che ha fatto una grandissima partita, meritavamo noi la vittoria”.