Tempo di valutazioni in questa prima parte di stagione. Teano immortale, Forza e Coraggio sempre presente, delude la Virtus Liburia nello spettro dei play-out

CASERTA – Ormai è risaputo che il girone di ritorno può ribaltare una stagione intera, ma andiamo ad analizzare le pagelle delle compagini campane in questa prima frazione

MARCIANISE: 9.5

La squadra di Angelo Valerio non era partita per ammazzare il campionato, ma è quello che sta facendo con 0 sconfitte ed un vantaggio di 9 e 12 punti rispettivamente sul secondo e terzo gradino. La semifinale di Coppa Italia Promozione la ciliegina sulla torta di un Marcianise schiacciasassi sempre più vicino al sogno Eccellenza, diventato adesso solo una formalità.

MONTESARCHIO: 8.5

Nessuno si aspettava che la compagine sannita sarebbe diventata la seconda forza del raggruppamento. I ragazzi di Lombardo, dopo un avvio inceppato, hanno ingranato giornata dopo giornata con una serie di risultati utili pazzeschi. 33 i punti ed unica sconfitta risalente al 6° turno in quel di Casalnuovo.

VILLA LITERNO: 6

Solamente una sufficienza per i biancorossi del patron Fontana. La situazione generale è in rilievo miglioramento e l’obiettivo secondo posto è nettamente alla portata, ma i liternesi erano partiti con il favore dei pronostici e dovevano (sulla carta) ripetere il campionato solitario total Albanova della scorsa stagione.

VIRTUS GOTI: 9

Meravigliosa Virtus Goti. Il gruppo così giovane di Del Prete, con l’obiettivo dichiarato della salvezza, ha stupito anche i diretti interessati diventati ormai la grande bellezza del girone A di Promozione. I beneventani sono in uno stato fisico strepitoso, il loro segreto? L’aiuto reciproco e la tanta umiltà.

FORZA E CORAGGIO 7.5

Importante continuità per i giallorossi militanti in piena zona play-off. Il Mellusi di Benevento è diventato un fattore fondamentale per questa brigata che difficilmente perde punti preziosi per strada. Nel girone di ritorno, con la stessa costanza di adesso, tentare i vertici più ambiti della graduatoria è molto fattibile.

CASALNUOVO: 7

Un voto positivo per il Casalnuovo di mister Carmine Marotta anche se gli ultimi clamorosi scivoloni interni hanno rovinato tutto il buono fatto. I napoletani sono comunque lì ad 1 solo punto per un posto al sole ed hanno le potenzialità di ritorvare la marcia giusta persa nelle ultime uscite.

TEANO: 8

Una neopromossa fantastica e fastidiosa. Il Teano è una squadra che nessuno vorrebbe affrontare soprattutto al Garibaldi dove i rossoverdi sono ancora imbattuti! La salvezza, che doveva essere il raggiungimento standard, è andata a finire direttamente nel dimenticatoio.

EDILMER CARDITO: 6,5

Un buon girone d’andata per i gialloblù. Dopo l’avvio disastroso, gli uomini dell’ex allenatore Dino Pezzella avevano trovato la caratura giusta, poi l’esonero improvviso che ha stupito l’ambiente capace comunque di reagire.

VITULAZIO: 5,5

Da pronostico doveva trovarsi al lato opposto della classifica, tanti gli investimenti andati male ed un campionato rovesciato. L’arrivo del mister Russo ha ristabilito leggermente i rosanero, squadra con più pareggi (7). Attualmente la salvezza diretta è l’unico obiettivo prefissabile.

HERMES CASAGIOVE: 6

Avvio lampo per la compagine di mister Sena che ha totalizzato serie di importanti vittorie e pareggi. Un crollo nella seconda parte di campionato ha abbassato gli entusiasmi iniziali.

MADDALONESE: 5,5

Prima parte di stagione con più bassi che alti per i granata. La calda piazza di Maddaloni non si aspettava un calo così vertiginoso, evitare i play-out rimane comunque alla portata.

AQUILE ROSANERO: 6

Una ripresa incrementosa che concede la sufficienza alle Aquile Rosanero. I casertani hanno praticato una rivoluzione positiva nel mercato dicembrino. La lotta per la salvezza aumenta così di fascino visto che questa squadra sta dimostrando di valere di più.

CLUB PONTE: 5

Troppe le 10 sconfitte su 16 gare. I giallorossi rischiano davvero grosso visto che le rivali sono in leggera ripresa. Servirà una svolta per cambiare trend al più presto.

VIRTUS LIBURIA: 4,5

Delusione Virtus Liburia. L’equipe di Lello Cottuno, guidata dal super bomber Pasquale Francese, aveva iniziato il campionato alla grande facendo pensare anche ad una stagione rivoluzionaria da alta classe. I neroverdi hanno collezionato un record negativo in quanto sono quasi sempre passati in vantaggio per poi crollare nel finale. Per i valori in campo, 14 punti un misero bottino preoccupante.

VIRIBUS SOMMA: 4

Solo 2 vittorie e 4 pareggi per la Viribus Somma. I rossoblù sono inceppati nelle sabbie mobili della zona rossa, servirà un miracolo per la salvezza diretta, ancora possibile scalare qualche posizione in ottica spareggi primaverili.

SUMMA RIONALE: 3

Ripescati in extremis, i napoletani hanno assemblato una squadra di categoria inferiore visti i tempi ristretti e le difficoltà in società. -2 i punti in classifica e solo sconfitte. Un sacrificio doloroso il girone di ritorno.