Il Poggiomarino ospita la Maued, Procida-Sangiuseppe sfida tra squadre in crisi. Ponticelli-Torrese vale la speranza play off, Neapolis-Quartograd da tripla, Don Guanella-Puteolana 1909 match salvezza

NAPOLI - Terza giornata di ritorno in un raggruppamento dove la media punti avanti è altissima. Gara soft per il S. Antonio Abate, la trasferta di Pimonte non nasconde insidie per la capolista con Vitale e compagni troppo forti per la giovanissima compagine locale. Il Poggiomarino insegue e attende una agguerrita Maued per restare in scia. Teta si affida agli uomini migliori contro una compagine battagliera che cercherà di strappare almeno un punto. Ha la gara più difficile il Vico Equense: Spanò non può fallire l’appuntamento al Conte contro il Rione Terra, ma la formazione di Chietti è in grande ascesa e punta a regalare la grande sorpresa al campionato. L’Ischia si sente sicura dei tre punti contro il fanalino di coda San Pietro, troppa la differenza tra Rubino e compagni e il club di Crispino per poter pensare ad un miracolo, mentre sono in cerca di riscatto Procida e San Giuseppe in un confronto tra deluse dove lo Spinetti spingerà forte Pianese e compagni. Il Ponticelli spera di invertire il trend negativo interno con la Torrese, per Manzo è l’ultima chiamata per sperare nei play off, Esposito punta al bis dopo l’exploit eccezionale di Procida. Gara da tripla tra Neapolis e Quartograd dove il pareggio non serve a nessuno se vogliono tenere accesa la speranza di inseguire un sogno, sarà una partita a viso aperto dove tutto può succedere. Infine, match salvezza tra Don Guanella e Puteolana 1909, gara fondamentale per le due formazioni che non possono fallire l’appuntamento in uno scontro che vale tantissimo.