Sabato la super sfida che potrebbe decidere il campionato. All'andata la decise il Giudice Sportivo, con Vitale e compagni che avranno il dente avvelenato. Occhio ai sorrentini che puntano ad arrivare quanto più in alto è possibile

NAPOLI - Poggiomarino-S. Antonio Abate l’ora della verità. Sabato il big match tra le due formazioni che hanno condotto il campionato, tre punti di distacco tra le due compagini, con Vitale e compagni costretti a vincere per regalarsi almeno lo spareggio e soprattutto per non rischiare di perdere anche il secondo posto. Il Vico Equense è in agguato, un punto di distacco dal S. Antonio Abate e la possibilità di puntare almeno al secondo posto in atteso dell’ultimo turno. Il team di Teta può giocare per due risultati su tre, anche il pareggio potrebbe andare bene al Poggiomarino che poi si giocherebbe tutto nell’ultimo turno di campionato dove troverà un Quartograd che ha poco da chiedere al campionato. Sarà una sfida ad altissima tensione, l’andata è stata decisa a tavolino (sul campo finì 1-1), il caso Senè penalizzò il S. Antonio Abate, con il Poggiomarino che ha avuto lo 0-3 riuscendo a staccare proprio la compagine di Vitale. Sicuramente gli ospiti avranno il dente avvelenato e la voglia di riprendersi la vetta, con il Vico Equense che pensa a fare 6 punti puntando ad arrivare il più in alto è possibile.