Arriva nella mattinata una notizia shock per tutto il popolo gialloblù, con lo storico presidente che annuncia il passaggio di carica al neo entrato Langella e con i dubbi dietro al futuro di Fabio Caserta che si fanno sempre più fitti

CASTELLAMMARE DI STABIA – Inizia nel peggiore dei modi il mese di giugno per i tifosi della Juve Stabia, a seguito dell’annuncio fatto da Franco Manniello questa mattina, che già nella giornata di ieri, attraverso un comunicato ufficiale, aveva anticipato che ci sarebbero state notizie importanti che sarebbero state rivelate oggi.
Il pensiero dei molti è stato sicuramente rivolto alla questione Fabio Caserta, secondo la quale il tecnico sarebbe sempre più lontano da Castellammare, tesi sostenuta dalle recenti indiscrezioni del noto giornalista Alfredo Pedullà, avallate anche dalla testata TuttoB.com, che ha addirittura sostenuto come oggi si sarebbe tenuto un incontro tra la società e l’attuale tecnico gialloblù; era, dunque, abbastanza lecito aspettarsi soprattutto qualche delucidazione in merito alla vicenda allenatore.

Tuttavia, il topic centrale della conferenza non è stato questo. Franco Manniello ha annunciato, infatti, tra lo stupore generale, il suo allontanamento dalla carica di patron della società S.S. Juve Stabia, identificando il suo successore nella figura di Andrea Langella, titolare della Siroil S.p.a, che già nei giorni scorsi era stato introdotto all’interno del sistema societario delle vespe – proprio al fianco del presidente uscente – e che ora godrà, quindi, del titolo di azionista di maggioranza del club. Manniello, però, ha tenuto fare una precisazione in merito a questo cambiamento: l’ex presidente dei campani sarà comunque in possesso di alcune quote azionarie della società, le quali verranno però gestite dal Dr. Marco Fogliamanzillo, esperto in Administration & Tax Consultants.
Nonostante questo nuovo schieramento societario, però, l’appello ai tifosi di supportare la squadra, come riportato da gianlucadimarzio.com, è stato chiaro ed esplicito, viste le condizioni economiche elevate che sono richieste ad una società per partecipare alla Serie B: “Questo campionato è un’eccellenza per la Juve Stabia. Noi siamo una piccola realtà e bisogna sudare per parteciparvi. Il solo Langella non può affrontare da solo la B. Tutti, a partire dall’amministrazione comunale, devono contribuire. Dovrebbero esserci in media 3500 spettatori ogni partita. Ho riportato la Juve Stabia in B per la seconda volta, non la faccio fallire ma ora è il momento di lasciare. La città deve provare a mantenere la categoria.”

All’interno della conferenza stampa ha trovato poi spazio anche l’argomento scottante relativo a Fabio Caserta, sul quale però Manniello non si è voluto sbilanciare, lasciando il compito di definire il suo futuro alla nuova società.
Su chi, invece, si è sbilanciato e non poco è Ciro Polito, anche lui ultimamente accostato lontano da Castellammare, sul quale, però, ha sostenuto che l’ex patron si è sentito di assicurare la sua permanenza anche per la prossima stagione, nonostante debba anche lui definire le ultime cose.

In conclusione dell’evento è stato ufficializzato l’ingresso in società del nuovo sponsor Givova, che per le prossime tre stagioni vestirà gli atleti di Castellammare di Stabia. Termine così, quindi, la lunga partnership con Fly Line, ai quali sono andati i piu vivi ringraziamenti per quanto fatto in questi ultimi anni.

Foto credits: Forza Vespe Facebook Page