Partita fondamentale per le due squadre per l'obiettivo salvezza; nel primo tempo il Venezia passa in vantaggio nei minuti di recupero con Maleh. Nella ripresa la Juve Stabia ci mette il cuore ma non basta, altra sconfitta che complica i piani per Caserta

CASTELLAMMARE DI STABIA - All’andata l’hanno decisa Bifulco e Forte che regalarono punti importanti alle vespe; i tifosi stabiesi vorrebbero tanto che si ripetesse la stessa situazione per tirare un lungo sospiro di sollievo in tema salvezza:

Prima frazione di gioco senza tante occasioni ma con ritmi molto piacevoli; il primo tiro verso la porta è di marca stabiese con Mastalli, ma il pallone finisce a lato controllato da Lezzerini. I padroni di casa prendono coraggio e continuano ad aver il pallino del gioco in mano rendendosi pericolosi con molti traversoni che trovano prima la testa di Montalto al 30′ minuto e poi quella di Lollo al 44′, ma entrambi parati da Provedel. Il gol del vantaggio arriva in pieno recupero tra i piedi di Maleh che sfrutta al meglio il cross del compagno, stoppa e calcia, decisiva la deviazione di Fazio che inganna l’estremo difensore gialloblu (dubbia la posizione del centrocampista veneziano); le vespe sono chiamate ad una nuova rimonta.

Il secondo tempo vede una Juve Stabia molto più determinata che chiude i padroni di casa nella sua metà campo creando anche diverse palle gol, la prima viene concretizzata da Forte al 50′ minuto ma la bandierina del fuorigioco si alza (sembrerebbe regolare). al 68′ altra occasione delle vespe con Troest che sfrutta al meglio il cross da corner di Calò, ma Lezzerini devia nuovamente in angolo. Gli uomini di Caserta si spingono in avanti e il Venezia ne approfitta in contropiede, che avviene all’82’ minuto con Longo che serve tutto solo Fiordilino che spara su Provedel, bravo anche l’estremo difensore a tenere a galla i suoi. La Juve Stabia prova con cuore a trovare un pareggio disperato ma non riesce mai ad impensierire la retroguardia di casa nei minuti finali; la salvezza è appesa ad un filo, il Cosenza dista solo ad un punto.

FORMAZIONI UFFICIALI

Venezia (4-3-1-2): Lezzerini, Molinaro, Ceccaroni, Modolo, Lakicevic, Maleh, Vacca (59′ Fiordilino), Lollo (85′ Suciu), Montalto (73′ Aramo), Longo (85′ Marino), Capello (85′ Monachello).

A disposizione: Aramu, Cremonesi, Fiordaliso, Fiordilino, Marino, Monachello, Bruno, Pomini, Riccardi, Suciu, Zigoni, Zuculini

Allenatore: Alessio Dionisi

Juve Stabia (4-3-2-1): Provedel, Vitiello (45′ Ricci), Fazio, Troest, Allievi, Calò, Mastalli (45′ Canotto), Calvano (65′ Addae), Mallamo (80′ Addae), Bifuclo (65′ Rossi), Forte.

A disposizione: Russo. Ricci, Melara, Rossi, Izco, Todisco, Canotto, Addae, Germoni, Mezavilla, Tonucci, Della Pietra.

Allenatore: Fabio Caserta

Arbitro: Juan Luca Sacchi

Assistenti: Fabio Schirru, Edoardo Raspolini

IV Uomo: Fabio Schirru

MARCATORI: 47′ Maleh (VN)

AMMONITI: Vacca (VE), Modulo (VE), Rossi (JS), Calò (JS), Allievi (JS), Monachello (VE)

ESPULSI: