I gialloblù devono spezzare la maledizione della mancata vittoria con squadre superiori in classifica. L'occasione arriva con il nuovo Bari di Carrera, ingaggiato per tentare la rimonta pazza alla vetta

CASTELLAMMARE DI STABIA - Trovare una continuità di risultati in classifica ha permesso alla Juve Stabia di stabilirsi saldamente all’interno della zona playoff, ma per raggiungere posizioni importanti nel finale di stagione diventa fondamentale tornare ad ottenere una serie di vittorie anche tra le mura amiche e soprattutto con avversari di un certo blasone. Le vespe arrivano così alla sfida infrasettimanale con il Bari di mister Carrera, alla vigilia di un match che potrebbe addirittura regalare ai campani il quinto posto in classifica con il Catania – considerando che i siciliani saranno impegnati nel derby con il Palermo e il Teramo riposa in questa giornata.

La Juve Stabia arriva all’incontro in una situazione di capovolgimento rispetto al girone d’andata. Se i gialloblù avevano in precedenza dimostrato delle difficoltà nell’ottenere successi esterni, ora le vespe non conquistano i tre punti al Romeo Menti da ben un mese, avendo strappato un pareggio a Catania e Teramo ed una sconfitta con l’Avellino. Ciò che la formazione di casa è chiamata a scongiurare, tuttavia, non è legato a questo dato statistico, quanto ad un fattore ben più grave: i gialloblù non hanno mai vinto con compagini che occupano una posizione superiore in classifica rispetto alla loro, non andando mai oltre il pareggio. Ed il momento non sembra neanche aiutare più di tanto.
Il Bari, infatti, se in precedenza sembrava essere in leggero declino, con l’arrivo di Massimo Carrera sulla panchina biancorossa sembra aver ritrovato un po’ di lucidità smarrita. Dopo il turno di stop obbligatorio, i pugliesi hanno ottenuto due vittorie ed un pareggio, risultando così ancora imbattuti sotto la guida tecnica dell’ex Juventus e Spartak Mosca. Gli ospiti, inoltre, sono chiamati a mantenere questa scia di risultati positivi, nel tentativo di avvicinarsi possibilmente alla vetta della classifica o quantomeno recuperare il secondo posto dalle grinfie dell’Avellino.

In ottica dell’incontro, la Lega Pro ha reso noto il quadro che dirigerà il match tra biancorossi e gialloblù. Il fischietto ufficiale sarà il sig. Daniele Perenzoni della sezione AIA di Rovereto, il quale verrà affiancato dal sig. Dario Garzelli di Livorno, dal sig. Francesco Santi di Prato e, da quarto ufficiale, il sig. Andrea Ancora di Roma 1.
Per il direttore di gara trentino si tratta del secondo impegno in carriera con i pugliesi, avendo diretto nel recente passato il match tra Rieti e Bari – l’8 settembre 2019 – vinto dagli ospiti per 1-2 (Marcheggiani, Ferrari, Antenucci); non si contano, invece, precedenti con la Juve Stabia, alla prima sfida in assoluto.

 


Foto credits: Juve Stabia Official Website