Il tecnico azzurrostellato in sala stampa analizza con un pizzico di delusione il pareggio interno contro la Viterbese

PAGANI (SA) - È un Di Napoli amareggiato quello che arriva in sala stampa a commentare il pareggio contro la Viterbese: “C’è rammarico per il risultato, volevamo i tre punti. Dovevamo chiudere la partita prima perché gli episodi possono cambiare l’andamento della stessa. Dopo il pareggio è subentrata un po’ di paura e insicurezza e non siamo riusciti a reagire, peccato perché volevamo la vittoria poi nel finale l’errore di Ciro (Sirignano, ndr) ci ha precluso ogni possibilità di poter cercare il secondo goal”. A pesare è stata anche la stanchezza: “Da quando sono arrivato un mese e mezzo fa non abbiamo avuto un giorno di riposo e i giocatori stanno facendo un lavoro straordinario. Purtroppo il ritmo è elevato e giocare ogni tre giorni non aiuta, i ragazzi stanno dando il massimo e sono solo da applaudire”.
Il mancato rosso a Bianchi dopo la manata a Diop poteva cambiare l’inerzia del match: “Molto spesso gli arbitri in questa categoria sono alle prime armi, come un allenatore può sbagliare un cambio o un calciatore un goal, loro possono sbagliare nelle decisioni. Sappiamo che è stato fatto in buona fede augurandoci che magari la prossima volta possano prendere la decisione più giusta”